QR code per la pagina originale

Giunge al termine la campagna “Get a Mac”

,

Una delle più innovative campagne pubblicitarie di Apple è giunta al suo termine. Stiamo parlando degli spot “Get a Mac” che, per diverso tempo, hanno accompagnato il pubblico con i simpatici sketch “I’m a Mac, I’m a PC“. L’ultimo video advertising risale allo scorso ottobre, pubblicato in concomitanza con l’immissione sul mercato di Windows 7.

Da diversi mesi si vociferava sull’interruzione di questa campagna, ma la conferma è solo di poche ore fa: Apple ha rimosso dal suo sito gli spot, preferendo una pagina in cui si spiega perché Mac è meglio di un PC.

Gli spot, con protagonisti Justin Long e John Hodgman, sono diventati in breve tempo un vero e proprio standard per l’industria della comunicazione, potendo contare su un forte effetto viral in rete e, non ultimo, su una miriade di parodie. Era stato proprio Long, il “Mac Guy” della serie, a lanciare questo rumor lo scorso aprile, rivelando come Cupertino non fosse più interessata a continuare l’esperienza di “Get a Mac”:

Credo che sia finita. Infatti, come appreso da John, credo che abbiano intenzione di cambiare. Non lo posso dire definitivamente, ma è triste, non solo perché loro mi mancheranno, ma anche perché mi mancherà lavorare con John. Mi sono avvicinato molto a lui, è uno dei miei amici più grandi e più cari.

Tra i due attori, tuttavia, è proprio il “PC Guy”, John Hodgman, a essere il più sfegatato sostenitore di Apple: in più di una occasione, Hodgman ha dichiarato di essere un melauser convinto, ai limiti dell’estremismo. Ed è proprio il suo ruolo ad essere stato portante per l’intera campagna: la goffaggine di “PC Guy”, e la sua simpatia nel personificare i misfatti del sistema operativo di Microsoft, hanno reso “Get a Mac” un fenomeno mondiale.

Data la chiusura del progetto pubblicitario, non ci resta che goderci alcuni spot della campagna “Get a Mac”.

Notizie su: