QR code per la pagina originale

Anche Mastercard lancia la sfida a PayPal

MasterCard ha annunciato il rilascio entro l'anno delle API con cui gli sviluppatori potranno utilizzare i sistemi di pagamento del gruppo per i propri giochi, le proprie applicazioni ed i propri servizi online. La sfida a PayPal, cioè, è ufficiale

,

MasterCard intende diventare online quel che già è riuscita ad essere nel mondo offline. Per far ciò il gruppo deve però compiere alcuni passi del tutto difficili, riuscendo ad imporre nel tempo il proprio nome come un riferimento in grado di sostituire un big quale PayPal.

Il gruppo ha indicato la via, ed ogni passo sarà ora compiuto nella direzione indicata. Ciò di cui MasterCard necessita ad oggi è soprattutto una base di lavoro. Per questo motivo il gruppo ha annunciato la propria mano tesa agli sviluppatori, ipotizzando per il prossimo futuro tutti gli strumenti necessari per fare in modo che qualsiasi applicazione o servizio online possa essere fruito tramite pagamenti veicolati da MasterCard. Una prima applicazione sarebbe già pronta, ma le prime recensioni della “MasterCard ATM Hunter iPhone app” non sembrano ancora premiare l’approccio al problema.

MasterCard non indica scadenze immediate, ma spiega con comunicato ufficiale che entro l’anno rilascerà le Open Application Programming Interfaces (Open API) e tutti gli strumenti necessari per facilitare l’approccio alla piattaforma da parte degli sviluppatori interessati. MasterCard spiega di essere in contatto con altri partner pronti a salire a bordo per investire nel progetto e indica tra i propri obiettivi un ampio range di ambiti: pagamenti online, ecommerce, giochi e molto altro.

PayPal ha già offerto da tempo agli sviluppatori la piattaforma PayPal X, un progetto per sviluppatori con cui poter adottare il sistema di pagamento di proprietà eBay (il più diffuso al mondo per quanto concernente i pagamenti online). Il sistema parte quindi in vantaggio e fino ad oggi non è stato intaccato da alcun competitor: ci ha provato Google con Google Checkout, Visa ha palesato le proprie intenzioni con una recente acquisizione, ora è il momento di MasterCard. L’unico rischio per PayPal è quello per cui un nome terzo riesca a far la voce grossa in ambiti emergenti ma ancora non occupati, il social gaming su tutti. Tutto il resto è una prova di forza nella quale il sistema eBay parte con importante anticipo.

Notizie su: