QR code per la pagina originale

Intel risponde a nVidia su Moorestown

,

Qualche giorno fa, Jen-Hsun Huang, CEO di nVidia, aveva parlato del settore dei tablet e della nuova architettura Intel Moorestown alla base dei processori Atom Z6.

Secondo Huang il chip di Intel non è adatto per i dispositivi mobile in quanto il suo consumo è troppo elevato. Tegra 2 invece può disattivare le diverse sezioni quando non necessarie e quindi garantire una maggiore durata della batteria.

La risposta del chipmaker di Santa Clara non si è fatta attendere. Il vice presidente senior Anand Chandrasekher, citando le parole del CEO di nVidia, ha dichiarato:

Il famoso Jen-Hsun deve controllare meglio le sue informazioni e ha bisogno di fare un ripasso di matematica

Subito dopo però, Chandrasekher sembra contraddirsi:

Intel può raggiungere i consumi necessari per i chip degli smartphone. Finora non abbiamo messo tra gli obiettivi dell’architettura x86 un tale livello di consumi.

Moorestown rappresenta solo un punto di partenza; le vere potenzialità dell’architettura saranno mostrate con Medfield, realizzato a 32 nanometri.

Notizie su: