QR code per la pagina originale

Dal Giappone arrivano dischi ottici da 50 TB

,

Un gruppo di ricercatori dell’Università di Tokyo ha realizzato un nuovo materiale per lo storage ottico che, secondo le prime stime, sarà in grado di contentere fino a 50 TB di informazione. Il tutto ad un prezzo molto più basso di quello necessario per realizzare Blu-Ray e DVD.

Il materiale utilizzato per questi supporti sarà l’ossido di titanio.
Questo, infatti, ha la capacità di cambiare stato, passando da semiconduttore a conduttore, a seconda della frequenza del raggio luminoso che colpisce la superficie. Il cambiamento potrà quindi essere sfruttato come stato utile per immagazzinare informazione digitale, ad esempio: 1 conduttore, 0 semiconduttore.

Attualmente i ricercatori stanno lavorando su porzioni di materiale di diametro compreso tra 5 e 20 nm, che permettono di creare dischi capaci di contenere decine di TB di dati.

Visti i vantaggi economici offerti dall’ossido di titanio, rispetto ai più rari materiali utilizzati per Blu-ray e DVD come tellurio e germanio, questa nuova scoperta sembra destinata ad avere futuro.

Shin-ichi Ohkoshi, professore che guida la ricerca, ha confermato che inizieranno, entro breve tempo, gli incontri con le aziende; è molto difficile però prevedere se e quando questa tecnologia potrà essere realmente immessa sul mercato.

Notizie su: