QR code per la pagina originale

Studente multato per troppo successo del suo social network

,

Il ventunenne Rich Martell è uno studente inglese di informatica che ha dimostrato di essere fin troppo dotato, tanto da meritarsi una sanzione di 300 sterline da parte della direzione della sua scuola: la University College of London. La sua colpevole bravura è stata dimostrata realizzando un social network che ha fin da subito spopolato fra i giovani londinesi: FitFinder.

Si tratta di un sito che include sia la possibilità di “cinguettare” brevi messaggi stile Twitter, che di approfondire le informazioni sulle persone, stile Facebook.

Fin qui niente di male, però ciò che provocato l’ira dei vertici della sua università è stato l’uso che è stato fatto del social network, che non prevedeva alcun filtro sui contenuti, e che ha ovviamente generato un uso finalizzato a incontri e comunicazioni “sexy”.

E questo è stato ritenuto dai suoi professori poco consono per l’immagine di serietà e sobrietà del campus. Ovviamente, il non pagare la multa di 300 sterline comporterebbe gravi ripercussioni sul curriculum di Rich, fino a includere la non possibilità di ottenere il titolo finale. La motivazione è stata quella di cattiva condotta.

Il sito era stato lanciato ai primi di aprile e in sole 4 settimane aveva raggiunto la cifra di 5 milioni di iscritti. Purtroppo, sotto intimidazione, il sito è stato messo in quarantena, almeno fino alla conclusione del corso di studio, e, allo stesso indirizzo, ora è possibile firmare la petizione per rimetterlo online. Sono già state raccolte oltre 6.500 firme.

Appare evidente il controsenso della posizione dell’università, che se da una parte insegna a realizzare in maniera efficace un social network, dall’altra punisce un esagerato successo.

Notizie su: