QR code per la pagina originale

Facebook: terreno fertile per il business del worm

,

Facebook ricettacolo di virus e worm: così sembrerebbe, almeno secondo quanto segnala la società inglese di sicurezza software e hardware Sophos. Invadendo Facebook, infatti, il recente worm può contare su un bacino d’utenza potenzialmente smisurato a un prezzo estremamente irrisorio.

Il meccanismo è semplice, e sfrutta il noto social network come mezzo per diffondersi rapidamente: il tranello si basa sul funzionamento del famoso “Mi piace” che l’utente può cliccare per esprimere l’apprezzamento verso un contenuto pubblicato da un altro utente. In questo modo, viene simulato un vero “like” che con effetto domino si ripercuote da un utente all’altro in una lunga catena.

Cliccando su messaggi del tipo “LOL This girl gets OWNED after a POLICE OFFICER reads her STATUS MESSAGE” si arriva a una pagina bianca con l’indicazione “Clicca qui per continuare” e, facendolo, si attiva il worm.

Il fenomeno non ha ancora proporzioni smisurate, di certo non ai livelli di email e siti Web, ma è comunque un segnale che dobbiamo sempre tenere la guardia alta, senza cliccare in maniera indiscriminata su qualunque cosa ci capiti sullo schermo.

Notizie su: