QR code per la pagina originale

Tiscali aderisce a “2010: Fibra per l’Italia”

Tiscali si accoda a Fastweb, Vodafone e Wind nel progetto "2010: Fibra per l'Italia" con cui si cerca di creare un polo di forza con cui costringere Telecom Italia a mollare la presa sull'infrastruttura per investire tutti assieme in una NGN nazionale

,

Un breve comunicato stampa per una promessa forte: anche Tiscali è pronta a schierarsi al fianco di Fastweb, Vodafone e Wind nel progetto “2010: Fibra per l’Italia“. Ed è un annuncio molto importante: con l’aumentare degli attori in causa, infatti, Telecom Italia si trova sempre più isolata nella propria difesa dell’infrastruttura di proprietà e dovrà giocoforza cedere qualcosa pur di trovare un accordo per evitare l’impossibile suicidio collettivo identificabile in una non ipotizzabile doppia NGN.

Spiega il gruppo di Renato Soru: «Tiscali, una delle principali società di telecomunicazioni in Italia, aderisce al progetto “2010: Fibra per l’Italia”, presentato nei giorni scorsi da Fastweb, Vodafone e Wind, con l’obiettivo di dotare l’Italia di un’unica infrastruttura di rete di nuova generazione in fibra ottica. Tiscali si unisce quindi ai tre operatori promotori del progetto nel chiedere al Governo e alle Istituzioni preposte di dare il via al processo per realizzare una società per la gestione della rete in fibra ottica con il contributo di tutti gli operatori di telecomunicazioni e delle Autorità».

E continua: «Partecipando allo sviluppo del progetto per la creazione della Rete di Nuova Generazione (NGN), Tiscali prenderà parte anche alla sperimentazione nel quartiere romano della Collina Fleming che partirà a breve. Renato Soru, Presidente e Amministratore Delegato di Tiscali, ha dichiarato: “Vedo nel progetto 2010 Fibra per l’Italia l’affermazione concreta di una necessità che non può essere più trascurata: dotare anche l’Italia di quelle infrastrutture di cui gli altri Paesi con cui ci confrontiamo si stanno rapidamente dotando. La banda larga è il cuore di un Paese moderno e civile. Le decisioni che verranno prese su questo progetto determineranno la competitività dell’Italia di domani. Ecco perché Tiscali lavorerà al fianco degli altri operatori e delle Istituzioni mettendo in campo il meglio delle proprie risorse».

Fastweb, Vodafone, Wind e Tiscali. I tre moschettieri diventano quattro e Telecom Italia è all’angolo.

Notizie su: