QR code per la pagina originale

Eolo di NGI passa alla tecnologia WiMax e installa le prime antenne

,

Molti di voi conoscono Eolo di NGI, probabilmente la più vasta rete wireless italiana basata su tecnologia Hiperlan (802.11h) che al momento può contare su oltre 63000 utenti.

Ma una rete così grande, in continua espansione, con già ora 275 antenne attive, per offrire sempre la massima qualità al cliente deve evolversi andando a cercare sempre le soluzioni più moderne ed efficienti.

Proprio per questo Eolo passerà progressivamente alla più efficiente tecnologia WiMax (802.16e). Attenzione però, NGI non avendo partecipato all’asta per l’uso delle frequenze del WiMax, sfrutterà la banda da 5.4 GHz che risulta libera e non soggetta a vincoli, e non quella da 3,6GHz.

Grazie all’utilizzo del WiMax, la rete Eolo potrà espandersi ulteriormente aumentando la propria efficienza.

In questo modo infatti ogni cella radio potrà sostenere mediamente 250 utenti contro gli 80 delle celle attualmente in uso. Ogni cella inoltre potrà garantire una banda di 80Mbit contro i 20Mbit attuali.

Aumenterà la stabilità e sarà possibile utilizzare il VoIP senza incorrere in problemi.

Come detto le antenne WiMax verranno installate nei nuovi ripetitori o laddove è stato programmato un upgrade. La vecchia tecnologia verrà ancora utilizzata nelle aree a basso traffico dove gli utenti non sono numerosi e molto vicini al ripetitore.

Per l’implementazione del WiMax sulla sua rete, NGI ha scelto Alvarion come partner principale.

Parlando di antenne WiMax, le primissime sono già state collocate come si può vedere dal sito di Eolo. Sono solo 5 nel momento in cui scriviamo, ma presto saranno molto di più.

Notizie su: