QR code per la pagina originale

Da Intel un dispositivo wireless per il controllo energetico

,

Non penso di sbagliare se dico che la casa del futuro sarà completamente (o almeno in larghissima parte) automatizzata e, soprattutto, controllabile; uno degli aspetti più attuali ed interessanti, poi, riguarda il controllo dei consumi energetici al fine di ridurre gli stessi.

Proprio nel settore dell’efficienza energetica stanno muovendo le proprie pedine molte aziende, anche tra le più conosciute a livello mondiale (si pensi a Google, per citarne una) e tra queste anche Intel, uno dei leader nella produzione di processori e chipset per computer. Uno degli ultimi progetti del colosso californiano é questo interessante sensore wireless per il controllo dei consumi elettrici, che si prospetta caratterizzarsi per l’immediatezza d’uso ed i costi contenuti.

Il sensore, sviluppato nei laboratori Intel, è dotato di un processore Atom e utilizza il sistema operativo MeeGo. Funziona davvero in maniera molto intuitiva: sarà sufficiente collegarlo a una qualsiasi presa di corrente libera perché il box cominci a misurare ed analizzare la tensione di rete ed essere così in grado di individuare i dispositivi elettrici in funzione ed il relativo consumo energetico.

Tutti i dati raccolti dal sensore verrebbero poi indirizzati a una centralina, dotata di display, che riassumerà tutta la situazione del consumo energetico per l’appartamento: dall’individuazione dei picchi orari di consumo, alla segnalazione degli elettrodomestici più avidi di energia fino ad indicare per quanto tempo, ad esempio, abbiamo lasciato la luce accesa in un ambiente.

Queste le parole di Justin Rattner, CTO di Intel Labs:

Se riusciamo a rendere l’energia più personalizzata con informazioni in tempo reale e capacità di offrire strumenti visivi che coinvolgono intere comunità, questo porterà a cambiamenti importanti nel comportamento e risparmiare quantità impressionante di energia.

Un ottimo esempio di come la domotica possa permettere non solo di incidere sulla comodità e sul comfort, ma anche, ed in maniera efficace sulla riduzione dei consumi energetici, aiutando non solo il singolo ma anche l’ambiente.

Commenta e partecipa alle discussioni