QR code per la pagina originale

Recensione LG Surf KM570

,

Colpo d’occhio

Il pacchetto dell’LG Surf KM570 si presenta compatto e con informazioni chiare, solo guardando questo si ha una panoramica completa sulle caratteristiche.

Facendo l’unpacking sicuramente si nota l’ampio display capacitivo a specchio che ricopre quasi al 100% la superficie anteriore. Sotto al display trovano spazio tre tasti per la gestione del menu e delle chiamate. Il peso non è alto, compreso di batteria solo 87 grammi.

Il design è ben curato, con un grigio cromato che non stona. L’arancio delle rifiniture è un tocco delicato che rende il telefono molto giovanile e alla moda.

Il pacchetto, oltre a telefono e batteria, include un cavetto USB, il modulo per la ricarica, libretto di istruzioni in italiano con CD e gli auricolari.

Tornando sul display, c’è da far notare come il 3 pollici, di cui il Surf è dotato, abbia 260.000 colori e risoluzione 240×400. Per quanto riguarda la connettività, il device dispone di UMTS/HSDPA a 3.6 Mbps Bluetooth. L’hardware si basa su un processore ARM con 128MB di RAM, la memoria presente è di 4GB, estendibile fino a 16GB con MicroSD, la fotocamera, invece, è di 5 Mpixel.

Sull’anteriore, come già detto, è presente l’ampio display, sul lato posteriore trovano posto la fotocamera oltre al loghetto LG, sul lato destro è presente solo un tasto per la gestione della fotocamera, mentre sul lato siistro sono presenti due pulsanti, per la gestione audio, e la presa per l’USB.

Esperienza d’uso

Appena iniziato a usare arriva la prima criticità, l’apertura della cover posteriore, per l’inserimento della SIM e della MicroSD non è immediata: un po’ rigida, scomoda e sembra quasi di romperla. Superato questo ostacolo, comunque, quello che si para davanti sicuramente è ottimo. L’alloggiamento per la SIM, per la batteria e per la MicroSD sono ben suddivise e non sono scomode, come invece succede con altri telefoni (soprattutto per l’SD).

Dopo la chiusura della cover siamo pronti per l’accensione, che è veloce e ci permette in pochissimi secondi di avere il telefono a disposizione. Il display risponde bene agli input, con un feedback immediato e affidabile. Il sistema operativo è proprietario e si presenta di semplice utilizzo. Il menu è ben organizzato e permette di gestire il device in modo molto intuitivo.

La tastiera virtuale, per la scrittura di mail o di SMS, è QWERTY e per dire la verità è un po’ piccola in quanto a dimensioni, ma comunque con un po’ di abitudine questo è un ostacolo superabile.

Il browser per la navigazione è ottimo, considerando la fascia di mercato dello smartphone sicuramente si tratta di un buon software, supporta JavaScript ma non flash (come la maggior parte dei device mobile ormai), la connessione HSDPA è sufficiente per caricare velocemente le pagine. Purtroppo c’è da notare l’assenza di WiFi, quindi il telefono, se si vuole usare Internet, deve essere equipaggiato con SIM e piano dati di un operatore.

Sicuramente il punto a favore dell’LG Surf è la parte multimediale: la fotocamera da 5 Megapixel fa foto di ottima qualità (anche se è assente un flash), la messa a fuoco è veloce e difficilmente sbaglia il colpo. L’audio è preciso e di ottima fattura, inoltre la radio FM integrata rende il telefono uno strumento di intrattenimento indispensabile.

Dopo una settimana di uso, con audio spesso acceso, una media tra i 10 e 15 minuti di conversazione, un po’ di uso di Facebook e il controllo di email fatto spesso, abbiamo constatato come la batteria (3.7 V e 900mAh) duri tra le 40 e le 50 ore.

In definitiva si tratta di un buon prodotto; con 199? ci si porta a casa un telefono dall’ottimo rapporto qualità/prezzo.

Notizie su: