QR code per la pagina originale

Skydrive diventa come Google Docs. Una sfida possibile?

,

Dopo un periodo di test nel quale il servizio è stato disponibile solo in determinate zone geografiche e in lingua inglese, Microsoft ha aperto le porte al proprio sistema per la gestione dei documenti online.

Esattamente come ci siamo abituati da ormai anni a fare con Google Documenti, da oggi entrando nel nostro spazio di archiviazione Web di Skydrive ed effettuando il login con i dati di accesso ai servizi Microsoft Live (dati che coincidono con quelli per utilizzo di Live Messenger), potremo accedere a delle ricche applicazioni molto simili ai software tradizionali della suite Office.

Word, PowerPoint, Excel e OneNote: questi i quattro applicativi da ufficio che Microsoft “regala” online. Punti di forza della soluzione sono la qualità dei software e la familiarità con le interfacce di Office che siamo abituati a usare, oltre che un evoluto sistema di interazione tra l’ambiente PC e quello virtuale (si può, per esempio, effettuare il drag and drop dei file nel browser per caricarli nello spazio Web).

Se pur all’inizio della sua avventura del cloud computing, con applicazioni di questa caratura Microsoft lancia il guanto di sfida a Google Documenti. Documenti condivisibili e possibilità di collaborazione a distanza sono infatti due prerogative in pieno stile 2.0 utilizzate anche dalla versione online di Office che, al momento, pare avere come unico solo grande svantaggio rispetto a Google Documenti un limitato supporto nel sistema di esportazione dei file.

Lecito aspettarsi, infine, la piena integrazione tra Office versione Web e la suite ufficiale 2010.

Notizie su: