QR code per la pagina originale

Project Natal a battesimo: è nato Kinect

Kinect è il nome con il quale Microsoft porta sul mercato quel che si celava dietro il nome temporaneo di Project Natal. Il device permetterà di giocare senza controller, videochattare e raccogliere attorno alla Xbox 360 i gusti dell'intera famiglia

,

D’ora in poi bisogna dimenticare il nome “Project Natal”: d’ora in poi il nome nuovo è Kinect. Quando ancora le luci dell’E3 non si sono accese, già Microsoft ha sparato il grande annuncio: il motion-controller di casa è ufficiale, con tanto di immagini e dei primi dettagli in grado di spiegare come e perchè aggiungere una telecamerina alla Xbox 360 può configurare un forte balzo in avanti nell’esperienza di gioco sulla console.

Microsoft Kinect for Xbox 360

Microsoft Kinect for Xbox 360

«Il piccolo sensore Kinect viene collegato direttamente alla Xbox 360. Nonostante le ridotte dimensioni, Kinect contiene una videocamera, un sensore audio, tecnologia sensibile ai movimenti in grado di tracciare 48 punti di movimento sul corpo umano. È in grado di riconoscere volti e voci».

Secondo quanto promesso da Microsoft, la videocamera sa ignorare il tipo di abito indossato e al tempo stesso è in grado di vedere tutto quel che è corpo distinguendolo da tutto quel che è sfondo, contesto, scenografia del luogo nel quale ci si intrattiene. Un device intelligente, quindi, che diventa l’occhio della console per consentire una interazione del tutto libera da qualsiasi strumento intermedio tra il proprio corpo e le immagini sullo schermo. A guidare l’esperienza non v’è alcun controller né alcuna convenzione basata su combinazioni di tasti: basta muoversi per pilotare il gioco, basta reagire istintivamente agli input per poter godere dell’esperienza ludica. I sensori registrano, misurano, valutano, trasfigurano e portano in digitale ogni presenza, scatto ed input di movimento.

Tutto, infatti, è basato proprio sul movimento. Kinect permette all’utente di muoversi di fronte alla Xbox 360 interagendo con il proprio avatar senza dover tenere in mano alcun oggetto. Con Kinect, insomma, la Xbox 360 va oltre il concetto che ha reso rivoluzionaria la Nintendo Wii ed offre alla Xbox un nuovo tipo di coinvolgimento, una nuova esperienza ludica ed una nuova forte arma nella sfida contro la PlayStation 3.

«Ci sono più di 40 milioni di Xbox 360 sul mercato. Kinect può aumentarne significativamente il numero poiché fa appello a chi tradizionalmente non gioca, come ad esempio bambini piccoli, madri o nonni». Kinect, insomma, estende la gamma di utilizzo della console rendendola un riferimento in grado di mettere d’accordo tutta la famiglia. Per presentare adeguatamente il proprio device, Microsoft non solo ha anticipato i tempi inaugurando l’E3 con il botto, ma ha scomodato anche il Cirque du Soleil per uno show apposito che apparirà sulle tv USA prima di essere pubblicato anche su Xbox.com nelle prossime ore.

Kinectimals per giocare con animali virtuali; Joyride per una gara di velocità; Kinect Sports per sfidarsi a bowling come in un incontro di Boxe; Dance Central, per ballare di fronte allo schermo; Star Wars, la prima grande firma LucasArts/Disney per il futuro della Xbox. Con questi ed altri nomi sta per prendere forma la seconda giovinezza della console Microsoft, con Kinect a candidarsi fin da subito come il grande nome dell’industria di intrattenimento per il prossimo Natale.

Prezzi e disponibilità, oltre ad altri dettagli e dimostrazioni (preannunciata ad esempio anche una videochat basata sulla cam di Kinect), debbono però ancora essere notificati. Vi sarà tempo e modo, perchè l’E3 ancora non è iniziato (specifico countdown è disponibile su Xbox.com). Se il bel tempo si vede dal mattino, sarà un E3 decisamente al di sopra delle righe.