QR code per la pagina originale

Ecco il nuovo Mac mini

,

È bello e pieno di stile. Il nuovo Mac mini è stato rivisto dentro e fuori, è ancora più di potente di prima ed è pure più sottile. Peccato per il prezzo.

Ecco spiegato il motivo per cui gli Apple Store internazionali erano giù nelle scorse ore. Il nuovo Mac mini ha ricevuto una sostanziosa rivisitazione: nuovo design più compatto e, così come annunciato dai rumor delle scorse settimane, connettività HDMI al posto della DVI (1920×1200 di risoluzione massima) nonché l’immancabile MiniDisplay Port (con supporto massimo teorico ai 2560×1600). Per il resto, a completare il quadro della connettività ci sono quattro porte USB 2.0, una FireWire 800 nonché un lettore SD, posto però sul retro dello chassis.

È stato aumentato lo spazio disco, con 320 GB fino a un massimo di 500 GB, ed è stata aggiornata la scheda video, ora più performante grazie alla nVidia GeForce 320M mutuata direttamente dal MacBook Pro 13″. Resta invariato il SuperDrive di serie (DVD±R DL/DVD±RW/CD-RW).

I modelli a disposizione sono due, uno con Snow Leopard e l’altro con Snow Leopard Server. Le specifiche parlano di processori Intel Core 2 Duo a 2,4GHz o 2,66GHz, e di 2GB di SDRAM DDR3 a 1066MHz con possibilità di espansione fino a 8GB (4GB + 4GB). A riguardo, c’è una grossa novità da segnalare: il case è stato rivisto in modo tale che ora sostituire la RAM non è più un lavoro da ingegneri. Un click, e la cover superiore si smonta.

Per quanto concerne i prezzi, al momento della stesura di questo post la relativa pagina in italiano non risulta disponibile; parliamo comunque di ?799 per l’entry level e ?1.149 per il mini server. Per maggiori informazioni è possibile consultare la pagina dedicata sul sito Apple.

Notizie su: