QR code per la pagina originale

Il primo giorno sul mercato di Office 2010

Microsoft ha annunciato la disponibilità di Office 2010, Visio 2010 e Project 2010 per tutti gli utenti. Una sfida importante attente la suite per l'ufficio, che deve contrastare l'avanzata delle alternative gratuite e di Google Docs

,

Annunciato ai nastri di partenza un mese fa, Office 2010 è ora arrivato alla distribuzione ufficiale all’utenza consumer in tutto il mondo. Si conclude, così, la fase di preparazione iniziata ormai ad tempo e che ha portato Microsoft a condurre una campagna informativa intensa confluita nel lancio di una beta pubblica che ha avuto un incredibile successo di download a livello internazionale.

La nuova suite Microsoft, stando alla presentazione della casa di Redmond, è «stata sviluppata per far fronte al crescente numero di informazioni con cui gli utenti hanno quotidianamente a che fare, consentendo loro di condividere le idee e le informazioni non solo attraverso il PC ma anche Internet e i dispositivi mobili». E continua: «Grazie alla collaborazione con i principali partner retail e i produttori di PC, siamo oggi in grado di offrire agli utenti finali numerose opzioni per l’acquisto di Office 2010, rendendo più semplice che mai l’installazione del software su PC nuovi o già in uso». Queste le parole di Stephen Elop, Presidente di Microsoft Business Division: «Per la prima volta, gli utenti possono acquistare una Product Key Card per attivare Office 2010 pre-caricato sui nuovi PC. Per coloro che, già in possesso di un PC, desiderano scaricare Office 2010 direttamente dal sito office.com, viene, inoltre, offerta la nuova tecnologia Click-to-Run, che consente di installare ed eseguire Office in pochi minuti».

Tre le versioni sul mercato:

Office 2010

Office 2010 punta fortemente sulla collaborazione tra dispositivi, PC e cellulari, senza dimenticare l’integrazione con Internet, tramite quell’Office Web App lanciato recentemente e che sarà disponibile nella sua versione completa per chi acquisterà una licenza della suite.

Microsoft ha apportato numerosi miglioramenti in particolar modo in PowerPoint 2010 e Word 2010, mentre molto lavoro è stato compiuto anche su Outlook 2010 che, grazie al nuovo Social Connector, sarà in grado di integrarsi con i social network. Office 2010 sarà disponibile in 10 lingue, che diventeranno 94 nel giro dei prossimi mesi.

Tramite Office 2010 e Office Web App, Microsoft spera, quindi, di contrastare da un lato le apps online come la suite di Google e dall’altro limitare l’avanzata delle suite gratuite, in primis OpenOffice, che può contare su un numero di utenti sempre maggiore senza tuttavia scalfire il dominio del brand dominante. La sfida online sembra quella maggiormente incisiva, poichè in ambito software il controllo della situazione appare ancora totale.

Eppure c’è chi ha anche criticato il lancio di Office 2010 considerandolo troppo ricco di funzioni spesso inutili. Lawrence Latif, su The Inquirer, dichiara che questo è solo l’ultimo tentativo di Microsoft di arginare la fuga degli utenti. Google, infatti, promette di essere in grado di offrire, con Google Docs, un’alternativa migliore e più economica (tanto per l’utenza privata quanto per le piccole e medie aziende).

Insomma, Office 2010 è di fronte ad un sfida importante. Il settore delle suite per l’ufficio offrirà un’interessante lotta tra i vari prodotti ed il “software plus service” Microsoft punta dritto su Office per arginare il “software as a service” che Google in primis sta tentando di imporre al mercato. Da oggi Office 2010 è ufficialmente sul mercato: la sfida abbia inizio.

Notizie su: