QR code per la pagina originale

Fiato alle Vuvuzela, è arrivato WordPress 3

Matt Wullenweg ha annunciato la versione definitiva di Wordpress 3 con molti bug fix, nuova interfaccia e maggiori potenzialità. Il team però ora abbandonerà il codice per 3 mesi per dedicarsi a tutta una serie di attività collaterali di grande importanza

,

«Impugnate le vostre Vuvuzela»: WordPress 3 è arrivato e si chiama “Thelonius”. L’annuncio di Matt Mullenweg, in perfetto clima calcistico, giunge al termine di un processo di sviluppo lungo sei mesi circa, con tre Release Candidate nel solo mese di Giugno ed infine con la versione ufficiale in cui culmina tutto il lavoro del team.

«Impugnate le vostre Vuvuzela», ma soprattutto cliccate per l’update. L’invito di WordPress è quello di aggiornare quanto prima la versione 2.9.2 in uso, l’ultima rilasciata prima del nuovo corso. Nel proprio annuncio Mullenweg spiega che la nuova versione porta in dote ben 1217 bug fix, una nuova interfaccia grafica ed una struttura molto più completa e performante. Mullenweg non dimentica inoltre i dovuti ringraziamenti ai 218 sviluppatori che in questi mesi hanno collaborato al fine di mettere a punto un WordPress 3.0 all’altezza delle attese.

La versione 2.9 è stata scaricata oltre 10 milioni di volte. La nuova versione può ora essere scaricata per l’installazione ex-novo, oppure le precedenti installazioni possono essere facilmente aggiornate seguendo semplicemente le indicazioni che compariranno in automatico sul pannello di gestione (previa esatta configurazione dei permessi sul server).



Una nota di estremo interesse è relativa, però, al futuro. Mullenweg, infatti, spiega che la versione 3.1 non è ancora in lavorazione e che, anzi, per almeno tre mesi nessuno vi metterà su mano. Il team di WordPress si dividerà invece in gruppi di lavoro che specializzeranno la loro opera su precise tematiche, cercando di focalizzare l’attenzione non tanto su WordPress, ma su tutto ciò che circonda lo sviluppo del progetto. API, temi, Codex, plugin, mailing list, compatibilità: dopo mesi passati a testa bassa sul codice, il team di WordPress ritiene sia ora necessario tornare a sviluppare un adeguato contesto per far sì che il futuro rimanga florido e fecondo.

«Impugnate le vostre Vuvuzela»: l’era 3.x di WordPress inizia qui.

Notizie su: