QR code per la pagina originale

Black out del digitale terrestre durante la partita dell’Italia, in Piemonte è bufera

,

È circa il ventesimo minuto del secondo tempo della partita che vede in campo l’Italia contro la Nuova Zelanda e tutti sono con il fiato sospeso sperando in una rimonta (finirà 1 a 1), tranne migliaia di abitanti del Piemonte occidentale (da Torino a Cuneo) che si sono trovati davanti alla TV rimasta senza alcun segnale di trasmissione fino al termine della partita. La zona interessata da questo black-out ha subito a maggio il passaggio integrale al digitale terrestre e sembra che siano state proprio le apparecchiature che dovrebbero trasmettere un segnale più definito ad aver fatto cilecca.

Un comunicato di RaiWay (che si occupa a livello tecnico delle apparecchiature per la trasmissione) ha riportato che

alle ore 17.20 un violento sbalzo di tensione elettrica sulla rete del gestore nazionale che alimenta l’impianto principale Rai del Piemonte occidentale ha provocato lo spegnimento completo di tutti gli apparati trasmittenti Rai con la conseguente impossibilità a trasmettere alcun segnale radiotelevisivo. Le squadre di emergenza di Rai Way sono intervenute immediatamente sul posto e stanno tentando di ripristinare i servizi. La situazione è tornata alla normalità intorno alle 18.15.

Si tratterebbe quindi di un problema di alimentazione del ripetitore della RAI che serve la zona (ne esiste solo uno che si trova sul monte Eremo) ad aver scatenato il problema, fatto sta che centinaia di tifosi inferociti hanno preso d’assalto i centralini della Rai e i social network per denunciare l’accaduto e far emergere perplessità sull’affidabilità del digitale terrestre, che sarebbe ancora afflitto da problemi di ricezione in alcune zone collinari e non è escluso che l’avvenimento di oggi possa far venire a galla ulteriori fragilità del sistema.

La RAI, impegnata a garantire un servizio di qualità sia in analogico che digitale (tra settembre e ottobre anche il Piemonte orientale effettuerà lo switch off del segnale analogico a favore del digitale) ha assicurato che si è trattato di un’eccezione e che problemi simili non si sono mai verificati prima e non si verificheranno più. Ricordiamo che le partite, i cui diritti delle partite dei Mondiali di calcio sono stati acquistati dalla RAI (non tutte, alcune sono priorità di Sky) sono trasmesse anche in alta definizione proprio grazie al digitale terrestre sul canale RAI HD e su Internet in streaming.

Notizie su: