QR code per la pagina originale

MobileMe introduce Find My Phone

Con la nuova versione di Mobile Me è possibile utilizzare la funzione Find My Phone per trovare sul territorio il telefono smarrito. Da remoto può essere bloccato, ripulito di ogni informazione o si può far comparire un messaggio per l'eventuale recupero

,

Mobile Me Mail, il servizio di posta elettronica di casa Apple, è stato rilasciato in nuova versione con alcune novità ad impreziosirne l’offerta da 99 dollari annui. Fino a poche settimane or sono circolava un rumor per cui il servizio avrebbe potuto essere offerto a titolo gratuito, ma la WWDC non ha portato invece novità in tal senso. Gli annunci giungono però a ruota, con Apple pronta a promettere sulla nuova versione:

  • Modalità widescreen, per godere appieno del contenuto della posta elettronica con la possibilità comunque di compattare la visione per arricchire l’interfaccia con altri strumenti;
  • Regole per l’organizzazione della posta, permettendo al servizio di archiviare a priori la posta consentendone quindi un reperimento facilitato ed ordinato;
  • Archivio con un solo click, velocizzando ogni operazione per poter analizzare in seguito il messaggio;
  • Toolbar di formattazione per consentire una facile azione sul testo per migliorare l’appeal dei messaggi in uscita;
  • Maggior velocità, perfezionando così le performance in fase di consultazione della casella di posta elettronica;
  • Maggior sicurezza, abilitando la piena compatibilità con la protezione SSL;
  • Supporto delle caselle email terze, permettendo così ad esempio di gestire una casella di posta @tiziocaio sotto il proprio account @me.com. Grazie a questa funzione le email vengono raccolte tutte dalla casella di posta Apple, ma in uscita possono essere gestite utilizzando il dominio terzo a cui il destinatario fa riferimento;
  • Filtro antispam migliorato, per mantenere quanto più efficiente possibile la casella di posta in uso.

Le novità relative all’interfaccia erano emerse già nelle settimane scorse, quando la beta del servizio era stata affidata ai primi tester prima di diventare ora release ufficiale. Ma tra le novità di maggior rilievo di Mobile Me si annovera “Find my Phone“, una utility che permette di connettersi da remoto con il proprio cellulare per controllarne la posizione e, in caso di smarrimento, risalire al luogo esatto in cui è possibile rientrare in possesso del proprio device. Quasi un segno del destino, insomma, dopo che l’iPhone 4 è giunto su Gizmodo proprio a causa dello smarrimento del telefono sopra il tavolo di un bar.

Grazie a Find My Phone, ogni utente Mobile Me ha la possibilità non solo di trovare il proprio device identificandone la posizione su di una mappa, ma può bloccarlo da remoto con un codice apposito, può far comparire sullo schermo un messaggio destinato alla persona che potrebbe averlo ritrovato o, nel peggiore dei casi, può cancellare tutto il contenuto per garantire la sicurezza dei propri account impostati sul device.

Mobile Me è pertanto un complemento ideale per un utente iPhone il quale, oltre a leggere la propria posta sul servizio, può fruire di strumenti ad hoc per la sincronizzazione dei propri appuntamenti o dei propri contatti, trovare il proprio dispositivo ovunque sia ed utilizzare quindi il proprio account come una sorta di assicurazione tanto sul device, quanto sulle informazioni ivi contenute.

Notizie su: