QR code per la pagina originale

Windows Phone 7, sarà Toast l’alternativa a iAd

L'alternativa Microsoft a iAd sarà "Toast". Viene battezzato così, infatti, il sistema che consentirà agli inserzionisti di usare Windows Phone 7 come una "ad-serving machine" per stabilire un contatto con gli utenti e mantenerlo vivo nel tempo

,

L’advertising sta per assumere un ruolo di primo piano anche in mobilità. Microsoft, nel momento in cui ha iniziato lo sviluppo della nuova piattaforma Windows Phone 7, non ha potuto esimersi dal progettare nuove soluzioni che potessero portare alla Microsoft Advertising nuove risorse da mettere sul mercato. Nasce così l’alternativa Microsoft a iAd: “Toast”.

Nella presentazione portata al Cannes Lions International Advertising Festival, Microsoft ha esplicitamente descritto Windows Phone 7 come una “ad-serving machine”, un sistema operativo pensato specificatamente per mettere in connessione advertiser e utenti in modo dinamico, utile ed efficace. Il sistema operativo, quindi, mette a punto le strategie per fare in modo che sia l’utente a richiedere una certa connessione e sia l’advertiser a trovare i modi ed i tempi giusti per proporre le proprie offerte alla ricerca della monetizzazione.

La dimostrazione Microsoft Advertising è disponibile su YouTube. Secondo quanto indicato, l’alternativa a iAd prenderà il nome di Toast e si concretizzerà sul telefono mediante una serie di notifiche “push”.

L’idea di fondo è quella per cui gli inserzionisti possano essere in grado di inviare le pubblicità direttamente sullo schermo del telefono, in modo ovviamente non invasivo, ma permettendo al contatto di rimanere vivo. Le notifiche saranno il filo che tiene unite le parti ed il sistema consentirà agli inserzionisti di mettere in piedi qualcosa di ben differente da quanto possibile su iAd: non si offre soltanto una presentazione, ma si crea un contatto e lo si mantiene vivo.

Va segnalato peraltro il fatto che, durante la conferenza di Cannes, Windows Phone 7 sia stato (involontariamente?) annunciato per il mese di Ottobre: trattasi della prima data specifica offerta per un sistema operativo mobile che fino ad oggi era stato semplicemente previsto in tempo per lo shopping di Natale.

Notizie su: