QR code per la pagina originale

Google non dimentica nessuno. Dopo gli editori, ora “News for you” per i lettori

,

Si chiama “News for you” ed è la nuova veste di Google News. Dopo la notizia di Newspass, lo strumento che BigG utilizzerà per concedere agli editori la possibilità di far pagare i propri contenuti indicizzati, e il già avviato Editor’s Pick, negli USA, che lascia agli editori la possibilità di evidenziare nella pagina dei risultati gli articoli ritenuti più interessanti scavalcando l’algoritmo, con questa implementazione si passa di nuovo dalla parte degli utenti.

Lo annuncia Kevin Stolt, ingegnere di Mountain View, direttamente del blog ufficiale di Google, con tanto di immagini “before” e “after” per spiegare le differenze. L’obiettivo principale di questo servizio che richiama il famoso motto di Nicholas Negroponte (“Daily Me”) è quello di fornire notizie locali, personalizzate e condividerle nei social network, tutto in una sola pagina.

Il nuovo cuore della Home Page è un flusso di titoli automaticamente tagliati su misura dei vostri interessi. Potete aiutarci usando il box “personalizza” per specificare quanto siete interessati agli Affari, allo Sport, o a qualunque altra cosa. Potete scegliere di vedere dalla sezione corrispondente oppure dalla lista e scoprire più headline passandoci sopra con il mouse. Noi ricorderemo le vostre preferenze ogni volta che vi loggate. Se non volete personalizzare Google News, cliccate su “cancella personalizzazione”. Se invece non avete precedentemente personalizzato e preferite non farlo, basta semplicemente chiudere il box “personalizza”. Potete sempre tornare sui vostri passi.

Dopo aver personalizzato la pagina, Google News è in grado di fornire notizie locali su una città, persino su un quartiere. Inoltre, sarà facile condividere questi gruppi di notizie e interessi con altre persone attraverso i più comuni social network con un semplice menù a tendina.

Non si tratta di una rivoluzione, ma di un passo certamente importante. Lo sottolinea anche il New York Times, che ricorda come in fondo la visione dei guru di Internet anni fa era quella di svegliarsi la mattina e avere sulla porta di casa (in realtà, il desktop) un giornale fatto su misura per ognuno di noi. Una correzione di tiro rispetto all’improvvisa attenzione di Google per le esigenze degli editori? Vedremo.

Il nuovo Google News parte per ora soltanto negli USA e nella versione in inglese, ma è intenzione di bigG espandersi in tutti gli altri paesi nei prossimi mesi.

Notizie su: