QR code per la pagina originale

Integrare spazi di memorizzazione online con Windows Explorer

,

Gli spazi online gratuiti di memorizzazione stanno prendendo sempre più piede, in quanto consentono in modo semplice e immediato di gestire quantità elevate di file e documenti, indipendentemente dalla postazione di lavoro occupata.

Esistono inoltre degli strumenti che consentono l’integrazione di tali servizi con il proprio computer, rendendo ancora più comoda e pratica l’interazione da parte degli utenti.

Un esempio è costituito da Gladinet Cloud Desktop Starter Edition, tool gratuito compatibile con Windows XP, Vista, 2003/2008 e 7, sia a 32 che a 64 bit. L’installazione viene portata a termine rapidamente e al primo avvio è necessario selezionare la voce “I want to use free starter edition” per utilizzare la versione gratuita, la quale rispetto alla Professional limita il numero di trasferimenti.

Si può quindi scegliere il pacchetto di storage che si adatti meglio alle proprie esigenze, come ad esempio quello legato a Skydrive, Google Docs, Amazon S3 e Box.net. Il passaggio successivo consiste nell’individuazione delle singole directory virtuali che si vogliono utilizzare localmente, mediante le relative caselle di controllo.

Si possono poi indicare lo spazio virtuale da montare all’avvio del PC, la lettera da assegnare a tale unità, la destinazione di memorizzazione della cache, oltre che abilitare un profilo protetto da password per aumentare il livello di sicurezza.

Al termine della procedura di configurazione viene aggiunto un nuovo drive virtuale contenente i collegamenti agli spazi remoti precedentemente selezionati, potendo così abilitare l’accesso a ciascuno di essi inserendo i propri nome utente e password. Dopo aver montato tali unità si ottiene dunque una piena integrazione con Windows Explorer.

Notizie su: