QR code per la pagina originale

Android App Inventor: realizziamo applicazioni senza saper programmare

,

Dimenticate tutto ciò che conoscete di programmazione, buttate via manuali e guide varie, chiudete l’SDK ufficiale di Google e pensate solo a mettere a frutto la vostra fantasia: da oggi, per sviluppare applicazioni per Android, non serve essere un guru della programmazione, conoscere decine di linguaggi diversi e districarsi tra funzioni di sistema, accesso alla memoria e altre cose care ai programmatori più esperti.

Dai laboratori Google giunge Android App Inventor, un nuovo semplice strumento di Big G per realizzare applicazioni Android in maniera rapida e immediata. Il tutto, come detto, senza aver bisogno di alcuna nozione di programmazione.

Sullo stile dei mattoncini Lego, con Android App Inventor tutto ciò che è necessario fare è assemblare blocchi di vario genere: ogni blocco rappresenta una funzionalità diversa, che verrà trasformata in codice in maniera del tutto automatica. Trascinando i vari blocchi nell’apposita area, aggiungendo alcune impostazioni manuali e assemblando il tutto, in pochi minuti può essere pronta un’applicazione anche piuttosto elaborata.

Android App Inventor è uno strumento molto potente: i blocchi offerti mettono a disposizione degli utenti la quasi totalità delle funzioni tipicamente accessibili tramite un SDK, come l’utilizzo dei moduli GPS, WiFi e Bluetooth, ai dati personali dell’utente registrati sul telefono o sulla USIM, l’invio di messaggi di testo o email e così via.

L’accesso ad App Inventor, per ora, è su invito: per richiederne uno è necessario farne richiesta tramite services.google.com. L’idea di Google è quella di aumentare il numero di sviluppatori di applicazioni, andando a pescarne di nuovi anche tra i meno esperti, così da poter incrementare rapidamente il numero di applicazioni disponibili nell’Android Market. La battaglia è iniziata, a suon di utenti, applicazioni e strumenti di sviluppo.

Notizie su: