QR code per la pagina originale

Virgilio Banner, la sfida italiana ad AdSense

Virgilio Banner tenta di conquistare la blogosfera italiana promettendo piccoli introiti sicuri ai blogger che metteranno a disposizione le proprie pageview ad un prezzo concordato di circa 1 euro ogni 1000 pagine visualizzate

,

Gestire un blog, ospitare annunci pubblicitari gestiti da grandi gruppi e cercare così un piccolo lucro che vada a monetizzare il traffico veicolato con i propri contenuti. Tutto ciò fino ad ora era stato sinonimo di AdSense, il canale pubblicitario Google che permette a chiunque di trarre piccole somme dalle proprie pagine. Ora però i blogger italiani avranno una nuova alternativa da valutare: si chiama Virgilio Banner ed è un servizio in capo all’omonimo gruppo.

«Virgilio Banner ti permette di guadagnare ogni volta che una pagina del tuo blog viene visitata. Inserisci sul tuo blog il banner e inizia subito a guadagnare, l’iscrizione è gratuita». Quel che Virgilio chiede, insomma, è uno spazio sul quale andare a pubblicare i propri annunci e tutto ciò secondo un parametro differente rispetto ad AdSense: se Google paga per ogni click, infatti, Virgilio retribuisce invece per ogni singola visita. Virgilio Banner, insomma, garantisce una piccola entrata sicura sulla base delle impression maturate nel tempo.

Una apposita tabella regola il valore di RPM (Revenue per Mille), affidando così valore differente sulla base dei differenti canali tematici in cui si va ad inserire il proprio sito web. Se ad esempio si possiede un blog da 50 mila pagine viste al mese che parla di argomenti tecnologici, l’introito finale è stimato in 55 euro.

RPM promesso da Virgilio Banner

«Guadagnare con Virgilio Banner è semplicissimo: è sufficiente che i visitatori accedano al tuo blog e visualizzino il banner pubblicitario che ti forniremo. […] Alla fine di ogni mese verranno calcolati i tuoi guadagni. Al superamento della soglia di 50 euro riceverai il pagamento. Se a gennaio, ad esempio, hai guadagnato 70 euro, entro la fine di febbraio ti verrà accreditato l’importo guadagnato. Potrai scegliere di sospendere i pagamenti e potrai riprenderli quando vuoi: puoi ad esempio scegliere di incassare tutto insieme il profitto di un anno». Le somme vengono retribuite utilizzando il canale PayPal.

Notizie su: