QR code per la pagina originale

Keynote Apple sui problemi dell’antenna: chiarimenti, resoconti e date di vendita

,

Apple non è perfetta, e nemmeno i suoi prodotti. Ma attualmente non c’è niente di meglio in circolazione di iPhone 4, e i problemi di antenna sono tipici di tutti gli smartphone. Su iPhone 4, il problema era amplificato dall’errata realizzazione dell’algoritmo per la computazione del segnale effettivo, ma sfidiamo chiunque a provare che l’antenna non sia ben realizzata.

Quanto appena detto rappresenta il sunto del messaggio che Steve Jobs ha voluto inviare ai partecipanti del keynote tenutosi Venerdì 16, indetto dalla stessa Apple per fare luce sulla questione dei problemi di ricezione del nuovo melafonino.

Il CEO della società di Cupertino ha infatti mostrato agli invitati una serie di dati raccolti su base sperimentale, che mettevano in evidenza come anche altri dispositivi, realizzati da differenti case produttrici (HTC, Samsung e RIM) e basati su altrettanti sistemi operativi siano afflitti dallo stesso problema di caduta del segnale.

Perché, dunque, tutto questo clamore solo sull’iPhone 4? A detta di Jobs, la questione si è diffusa a macchia d’olio solo dopo che Gizmodo ha diffuso la notizia. In queste parole potrebbe celarsi una decisa frecciata nei confronti della testata americana, con i quali i rapporti non sono certamente dei migliori dopo la celebre storia del prototipo di iPhone trovato e recensito da Gizmodo prima dell’effettiva ufficializzazione.

La versione 4 del melafonino, dunque, non ha nulla di errato, ma per scelte di progetto l’antenna è stata spostata leggermente verso l’esterno: in questo modo l’interazione con le dita del possessore è chiaramente maggiore, e di conseguenza anche gli effetti sono più visibili. Ma non così tanto: secondo i dati di Apple, il numero di telefonate cadute a causa della perdita di segnale dovuta a un’errata impugnatura è superiore a quelle avvenute con l’iPhone 3G S solo dell’1%. Eppure, nessuno si è mai lamentato della precedente versione.

Jobs ha poi sottolineato come l’azienda tenga a cuore i propri clienti, e sia sempre attenta al loro grado di soddisfazione: per questo motivo, da oggi verrà regalata una custodia Bumper per ogni iPhone 4 acquistato, utile per ridurre il problema dell’antenna. Chi ha invece già acquistato il dispositivo ma voglia rinunciarvi, può farlo entro 30 giorni ottenendo un rimborso completo, anche in caso di contratto stipulato con AT&T.

Sul sito di Apple, poi, è disponibile una nuova sezione dedicata esclusivamente all’antenna dell’iPhone 4: lo scopo è quello di informare tutti i clienti o possibili tali che non esiste alcun “Antennagate“, nome dato in quel di Cupertino al problema di ricezione.

Il CEO di Apple ha poi sottolineato come la versione 4.1 di iOS risolverà anche i problemi riscontrati con il sensore di prossimità. Ma la notizia più interessante è un’altra: Jobs ha infatti annunciato l’arrivo del melafonino 4 in 17 Paesi il prossimo 30 luglio, e dunque anche in Italia. Nei prossimi giorni, quindi, saranno disponibili maggiori informazioni sui piani tariffari proposti dai diversi carrier nostrani.

Notizie su: