QR code per la pagina originale

HDBaseT manderà in pensione la tecnologia HDMI?

,

La tecnologia del momento, nell’ambito della trasmissione di video in alta definizione, si chiama HDBaseT: l’alleanza esiste già dal dicembre 2009, ma solo ultimamente è stata adeguatamente promossa, tanto che in Rete si parla del pensionamento di HDMI in favore della nuova tecnologia.

Le cose, però non stanno esattamente così: proprio per come è pensata, la tecnologia HDBaseT, non può soppiantare l’HDMI, dato che se ne serve.! Tutt’al più si può pensare che non avranno vita facile i cavi HDMI, soprattutto in quelle circostanze in cui il segnale deve essere trasferito a grandi distanza dalla sorgente video. Stiamo parlando di una distanza massima di 100 metri.

La tecnologia HDBaseT è in grado di trasportare, sul classico cavo Ethernet Cat5, segnale audio, segnale video (Full HD con risoluzione 1080p) e l’alimentazione (100 Watt), oltre ai necessari segnali di controllo. Il tutto contemporaneamente e su un unico cavo.

L’architettura di HDBaseT, però, richiede la presenza di un chipset HDMI sia nel dispositivo che trasmette, sia in quello che riceve il segnale, dunque non si può ritenere una tecnologia alternativa ma piuttosto complementare ad HDMI, come possiamo vedere nel diagramma a blocchi della famiglia VS 100 di Valens, uno dei componenti dell’alleanza:

Discorso diverso per i cavi: con HDBaseT, si può arrivare ad una lunghezza massima di 100 metri (come impone lo standar Ethernet) con costi decisamente contenuti, cosa che non è ottenibile con cavi HDMI, in quanto l’utilizzo degli extender farebbe lievitare di parecchio i prezzi.

Per soppiantare del tutto la tecnologia HDMI, quindi, HDBaseT dovrebbe diventare uno standard, cosa che, in effetti, HDMI non è, visto che i chipset trasmettitori e ricevitori sono proprietari e differiscono per ogni produttore. Per questo si può affermare che sia sulla buona strada: tra i componenti dell’alleanza si trovano marchi del calibro di Samsung, LG e Sony.

Notizie su: