QR code per la pagina originale

Windows Tablet, adesso o mai più

,

L’antennagate che ha investito Apple e il suo recente iPhone 4 potrebbe aiutare Microsoft, pronta a inserirsi nel mercato e puntare tutto su un possibile Windows Tablet.

Dopo i pasticci combinati da Apple, che ha smentito e poi ammesso i difetti relativi all’antenna dell’iPhone 4, Microsoft potrebbe approfittare della situazione e del “regalo” degli avversari, per la prima volta di fronte a difficoltà con gli utenti.

Non è tuttavia semplice come potrebbe sembrare. Windows Tablet è il nome del tutto provvisorio e fittizio del dispositivo tablet che l’azienda di Redmond ha lanciato all’inizio di quest’anno, per poi ritirarlo, dopo l’abbandono di HP.

Microsoft ha dovuto anche rallentare sul progetto Origami, e ha letteralmente chiuso la storia di Kin, di fatto perdendo due possibili antagonisti di iPad e iPhone. Le critiche ai primi prototipi di HP Slate erano rivolte al peso superiore all’iPad, il touch più lento e la batteria non performante.

Ma a ben pensarci, anche i primi iPhone non erano privi di difetti, e solo con il tempo Apple lo ha trasformato nel successo che oggi riconoscono tutti. HP ha abbandonato il progetto, ma sia Microsoft che Intel stanno continuando a lavorare per risolvere i problemi iniziali.

Per vincere la sua sfida Windows Tablet dovrebbe puntare tutto sulle seguenti specifiche: piena compatibilità con i PC, multi-tasking, peso ridotto, WiFi performante, supporto a Flash, fotocamera, possibilità di scelta del browser, e una disponibilità di fornitori hardware diversi.

Ma è ovvio che, se il tutto non viene condito con un marketing in stile Apple, che faccia risaltare i pregi e non i difetti del prodotto. Dato che sono in molti a pensare che Windows Tablet fallirà, a Redmond devono investire molto in campagne pubblicitarie.

Apple iPad non è estraneo a difetti, e le restrizioni che a Cupertino obbligano gli utenti potrebbero, alla lunga, non essere gradite. Quale miglior momento per inserirsi del mercato con un prodotto performante? A Microsoft la palla.

Notizie su: