QR code per la pagina originale

RIM presenta il BlackBerry 9800 “Torch”

Research In Motion ha presentato il nuovo BlackBerry 9800 "Torch", il device su cui va ad esordire il nuovo sistema operativo BlackBerry 6. Interessanti le novità software, limitate le sorprese hardware. Il device si presenta con touchscreen e tastiera

,

Research In Motion ha presentato il proprio nuovo device di punta per la gamma BlackBerry. Il giudizio è però in bilico tra le note positive introdotte nel device e le note negative che risparmiano stupore per uno smartphone che non sembra poter/voler andare ad insidiare da vicino la concorrenza iPhone o Android.

Il nome nuovo di casa RIM è il BlackBerry 9800 “Torch”, un telefono che affianca l’interazione touchscreen alla presenza di una tastiera QWERTY a scorrimento che va a completare il design di un device che, come da vocazione, trae ispirazione dalle necessità di un’utenza business che necessita di interazione pratica ed ergonomica con file testuali, email ed allegati. La struttura appare solida e la qualità della tastiera è ereditata dalle precedenti produzioni RIM. Importante è l’introduzione di un vero touchscreen capacitivo, le cui performance dopo i primi “hands-on” sembrano peraltro essere immediatamente promosse.

Limitata, però, la dimensione dello schermo: la superficie di appena 3.2 pollici (definizione 360×480) sembra essere un passo indietro rispetto ai prodotti concorrenti, identificando così un posizionamento differente per un device che sembra discostarsi anche a livello di prezzo. Il BlackBerry Torch sarà infatti sul mercato a partire dal 12 Agosto prossimo negli Stati Uniti al prezzo stimato di 199 dollari (AT&T proporrà in esclusiva l’acquisto in abbinata ad un piano biennale da 15 o 25 dollari mensili, rispettivamente con 200MB o 2GB di traffico incluso). In totale il telefono implica un costo di circa 800 dollari complessivi massimali nell’arco dell’intero biennio.

BlackBerry 9800 Torch

Blackberry 9800 Torch

La grande novità del BlackBerry Torch è nel sistema operativo. Per la prima volta, infatti, il dispositivo porta sul mercato l’atteso BlackBerry 6. Il nuovo SO prevede interfaccia ridisegnata ed un forte potenziamento negli strumenti dedicati al web: migliorata l’interazione con RSS e social network, applicazioni aggiuntive per YouTube e instant messaging, potenziata la gestione delle email. Incluso, inoltre, un nuovo browser basato su WebKit per andare a coprire il gap rispetto alle miglior dotazioni rivali.



Il BlackBerry Torch si presenta con 4GB di memoria integrata, fotocamera da 5Megapixel e batteria in grado di reggere 5 ore e mezza di conversazione o 30 ore di riproduzione musicale. A fine presentazione la sensazione è che la vera novità non sia tanto nel dispositivo (pur annunciato come «il miglior BlackBerry di sempre») quanto nei passi in avanti compiuti dal punto di vista del software. Il BlackBerry Torch sembra insomma dribblare la sfida diretta con i big del settore, scavandosi una nicchia grazie a prezzi ridotti ed un compromesso consapevole in quanto a performance e qualità. Per RIM, insomma, un punto di partenza.

Notizie su: