QR code per la pagina originale

IFA 2010. Cosa si è visto: Tablet

,

L’IFA, la più grande fiera dell’elettronica di consumo europea, rappresenta anche il momento per fare il punto sulle principali tendenze del mercato dell’elettronica e del digitale. E se dovessimo dire su cosa puntano i principali produttori di dispositivi in questo momento non avremmo nessun dubbio: rivoltare il concetto di televisione e dell’immagine digitale in generale. Dal 3D alle Smart TV, dalle videocamere sempre più piccole e intelligenti alle nuove tecnologie per pulire l’immagine. Ma, prima analizzare queste tecnologie in altri post, parliamo dei dispositivi più “cool” del momento: i tablet.

All’IFA ha fatto la sua comparsa il primo tablet che potrebbe davvero fare la concorrenza all’iPad: il Samsung Galaxy Tab. Il piccolo dispositivo è molto più leggero, può telefonare, supporta flash, è espandibile con una microSD, ha due fotocamere, ha il Wifi, ma non costerà molto meno del prodotto di Apple (si parla di prezzi non ufficiali, senza contratto con operatore, di circa 700 euro). Si usa con facilità, è molto reattivo e la qualità del software è di primo livello. Noi continuiamo a preferire l’iPad (per il design, per lo schermo più ampio, per gli accessori, per la garanzia del marchio) ma il Galaxy è davvero un’alternativa.

Non lo sono invece le decine di tablet che si incontravano tra gli stand, soprattutto tra quelli dei produttori cinesi (decine di piccole aziende cinesi avevano occupato un padiglione periferico della fiera): tablet di dubbia fattura con vecchie versioni di Android o di Windows (CE). Lo è probabilmente il Toshiba Folio 100: sempre Android 2.2 personalizzato Toshiba, webcam frontale, porta USB e MicroUSB, HDMI, espansione con SD Card, ma niente 3G (arriverà più avanti). Il prodotto di Toshiba è molto più grande del Galaxy, e leggermente più grande dell’Ipad. Anche il peso è paragonabile a quello del tablet Apple. Il prezzo? Molto più basso dei concorrenti: 400 euro (più 100 euro per la futura versione 3G). Sospendiamo il giudizio sulle prestazioni generali: la versione che abbiamo provato all’IFA montava un sistema operativo Android 2.2 beta ed evidenti erano rallentamenti e blocchi improvvisi del sistema.

Altro prodotto da tenere d’occhio è il ViewSonic ViewPad 100, non fosse altro che per la capacità di eseguire un dual boot Android 1.6 e Windows 7 Home. Il processore (Intel Atom N455) non consente di andare oltre la versione 1.6 di Android, ma quello che ci ha impressionato è il buon funzionamento di Windows 7: veloce, reattivo, preciso nel rispondere ai comandi. Certo, si sente che non è un sistema operativo nato espressamente per questi dispositivi, ma non ci saremmo aspettati queste prestazioni. Per quanto riguarda il dispositivo: ha Webcam frontale, Gps, Wifi (no 3G) e una porta VGA. La memoria di base (16 GB) è espandibile.

Notizie su: