QR code per la pagina originale

Google Instant censura i termini sexy

,

Un’altro piccolo grattacapo per Google Instant, la nuova strabiliante funzione del motore di ricerca che anticipa i risultati mentre digitiamo i termini. Stavolta l’argomento è piccante: Google è diventato bacchettone.

Se ne sono accorti alcuni giornalisti (e alcuni medici, scopriremo perché) dopo la sbornia di presentazioni e commenti: sembra proprio che il filtro per i termini volgari grazie a Instant sia molto migliorato.

Una soddisfazione per le associazioni dei genitori e anche dell’azienda, molto sollecitata affinché trovasse una soluzione più drastica.

Se proviamo a digitare parole volgari, magari allusive ad argomenti sessuali, o razzisti, queste non appaiono e Instant fa comparire sotto la barra di ricerca una pagina bianca. Al massimo, suggerimenti che riportano ad un’altra parola, simili o accettabili.

Lo ha ben spiegato Johanna Wright, manager di Google per questo prodotto:

Ci preoccupiamo molto della sicurezza dei bambini e di questo tipo di problemi, così abbiamo dovuto pensare molto questo completamento automatico, a come funziona e a quali risultati dovevamo arrivare.

Non si sarebbe niente da ridire, se non fosse che nella lista nera del motore di ricerca sono finiti anche molti termini anatomici, oppure semplicemente equivochi (come redhead, oppure amatorial o interracial) finendo col censurare tutti i termini potenzialmente sexy con effetti un po’ grotteschi: in inglese si trova “breast” ma non “tits”, e non si trovano “penis” né “vagina”.

Insomma, Google Instant non vi aiuta se cercate termini di un certo tipo, e non importa che siate pornografi o studenti di medicina. È lo stesso.

C’è chi urla alla censura, ricordando i compromessi di Mountain View per restare in Cina.

Ma in fondo non è un dramma. Mashable, il noto magazine web, così commenta la questione:

Francamente, siamo lieti che Google non inserisca tra le parole chiave contenuti per adulti. Possiamo solo immaginare le domande che farebbe una bambina di sette anni che avesse ha iniziato a digitare “Pussycat Dolls.” Inoltre, tutto quello che dobbiamo fare per ottenere il nostro porno è premere “Invio”. Proprio come prima.

Notizie su: