QR code per la pagina originale

Bungie scende in campo contro i bari di Halo: Reach

Provvedimenti in arrivo contro i cheater

,

Halo: Reach è appena uscito e già sembra che la comunità dei cheater si sia messa in azione sui server del gioco.

Per fronteggiare la minaccia, Bungie ha predisposto diversi provvedimenti che verranno presi nei confronti di chi non ha intenzione di seguire le “regole”.

Una serie di nuovi tool per rintracciare e bannare chi attenta all’integrità del gioco è già stata messa a punto ed è pronta ad entrare in azione. “Il nostro team sta in guardia, pronto a mettere in azione il nuovo Banhammer Battlestation. Prendiamo molto sul serio l’esperienza online di Halo: Reach“, ha commentato uno degli sviluppatori. “Bungie ha investito anni di lavoro per creare il gioco, e vuole che la sua comunità possa goderselo per altrettanti anni, con tolleranza zero nei confronti di chi vuol rovinare l’esperienza multiplayer”.

Con il nuovo gioco, arrivano anche nuovi tipi di ban, così evoluti che nessuna forma di comportamento scorretto può passare inosservata. Può essere bannata la console, il gamertag, la voce, l’host ed ogni altro elemento coinvolto nel gioco online. Anche coloro che si disconnettono per evitare una sconfitta, avranno l’attenzione da parte di Bungie.

Notizie su: