QR code per la pagina originale

Nokia World 2010, tra passato e futuro

Nokia World 2010. Il passaggio di consegne virtuale tra Kallasvuo ed Elop, e le presentazioni che chiudono un periodo: Nokia E7, C7, C6 ed N8

,

Nuovo CEO, nuova avventura, nuovo Symbian. Nuovo Nokia World, soprattutto, ed una serie di novità da comunicare. Ma è un Nokia World particolare quello del 2010: se ne è appena andato Olli-Pekka Kallasvuo ed il timone è stato impugnato da Stephen Elop (proveniente da Microsoft). La concomitanza dei tempi rende il Nokia World particolarmente indicativo non tanto come punto d’arrivo, ma piuttosto come punto di partenza: Nokia riparte da qui, Nokia si prepara alla virata ed a nuove strategie.

Nokia E7, smartphone dedicato al mondo business: «Grazie alla Microsoft Exchange ActiveSync integrata, il Nokia E7 offre accesso diretto, sicuro e in tempo reale alle caselle di posta aziendali, e altre applicazioni personali»; Nokia C7, smartphone elegante per utenza consumer: «pensato per l’utente appassionato di social network che può visualizzare gli aggiornamenti in tempo reale da social network come Facebook e Twitter e scaricare le mail dagli account come Yahoo o Gmail direttamente sul homescreen»; Nokia C6, fratello minore del precedente; Nokia N8, smartphone per immagini ed audio di alta qualità per utenza di grandi aspettative in quanto ad esperienza di intrattenimento in mobilità.

Con questi quattro prodotti Nokia chiude l’anno e chiude soprattutto un lungo e glorioso capitolo. Ma tutti e quattro già introducono alla nuova era che verrà: Symbian è il passato ed il presente di Nokia e, sebbene nessuno conosca il futuro, v’è la sensazione per cui il sistema operativo sia destinato a ricoprire ancora per lungo tempo un ruolo centrale nell’ecosistema software dell’azienda europea.

Oggi più che mai la nostra strategia guarda alla leadership del mercato degli smartphone. Nonostante la nuova concorrenza, Symbian rimane la piattaforma per smartphone più usata al mondo. I nuovi device presentati oggi sono basati su Symbian OS completamente rinnovato e riscritto per essere più veloce, intuitivo ed efficiente, e di più semplice utilizzo per gli sviluppatori. Considerando il livello di interesse espresso dai consumatori e il più elevato volume di preordini online mai ricevuto da Nokia, prevediamo grandi risultati dal Nokia N8

Con queste parole Niklas Savander, Executive Vice President, Markets di Nokia, ha spiegato quali siano le prospettive dell’azienda in questo momento di transizione. E l’appello va ancora una volta agli sviluppatori: Symbian sta rimuovendo gli ostacoli che in passato hanno reso difficile lo sviluppo ed oggi 175 milioni di smartphone basati sul sistema operativo facente capo all’omonima fondazione sono la miglior promessa che Nokia può fare: un grande bacino di mercato, uno sviluppo sempre più avanzato di device ed il tentativo di scalfire la concorrenza proprio nell’ambito che si è reso centrale per il mercato.

La forza dei numeri, del resto, è l’arma di cui Nokia può far sfoggio con maggior disinvoltura: 1,2 miliardi di dispositivi al mondo, 310 milioni di device venduti con sistema operativo Symbian, previsioni da 50 milioni di unità per la nuova versione del SO. Il credo in Symbian professato da Nokia rimane forte, dunque, nonostante l’impegno già firmato con MeeGo: la crescita annua è del 42% e la quota di mercato odierna è del 40%. Sono questi numeri che ignorano l’ombra lunga della concorrenza e delle sue minacce, ma il Nokia World è una festa che ha il compito e il dovere di guardare anzitutto all’interno dell’azienda ed al destino della stessa. Partendo da quattro punti fissi: E7, C7, C6 ed N8.

Notizie su: