QR code per la pagina originale

La instant mania contagia anche iTunes e App Store

,

Google Instant, lanciato solo pochi giorni fa da BigG, sembra aver toccato le corde di molti sviluppatori che, nel giro di poche ore si sono prodigati nel lancio di servizi (non ufficiali) che sfruttano le API messe a disposizione da Google: si va da YouTube Instant a Google Instant Images e Google Instant Maps.

La novità non ha mancato di suscitare curiosità anche negli sviluppatori del mondo Apple (che, tra l’altro già sanno bene cosa sia la ricerca real-time, potendo godere di Spotlight, in Mac OS X) e già sono spuntati due interessanti servizi di ricerca istantanea, dedicati ad iTunes Store e ad App Store.

Ha cominciato App of the day, il sito dedicato alla recensione giornaliera delle Apps presenti nello store di Apple, lanciando il servizio App Store Instant che, in pieno spirito Google Instant, fornisce risultati della nostra ricerca in tempo reale (o quasi), senza dover passare per l’applicazione iTunes, dove spesso la ricerca risulta abbastanza lenta.

Non poteva mancare, naturalmente, iTunes Instant; anche in questo caso, come nel precedente non si tratta di un servizio ufficiale ma di un progetto, realizzato in meno di tre ore, sfruttando le API per la ricerca fornite proprio da Apple.

Entrambi i progetti vengono incontro agli utenti che trovano l’interfaccia di iTunes pesante e, indubbiamente, forniscono risultati validi in tempi decisamente più brevi.

Cosa ne pensate: anche questi due sviluppatori meriterebbero un’offerta di lavoro come è successo al creatore di YouTube Instant?

Notizie su: