QR code per la pagina originale

Due facce dello stesso Android

Ha fatto comparsa sulla televisione russa un nuovo smartphone con doppio schermo e basato su Android. Potrebbe arrivare nel 2011

,

Sergey Chemezov è il numero uno della Russian Technologies. Dmitry Medvedev è il Presidente della Federazione Russa, spalla destra di Putin. Tra le loro mani, invece, v’è il prototipo di un telefono del tutto particolare che potrebbe presto entrare in distribuzione proprio in Russia:

Lo smartphone potrebbe essere prodotto a Taiwan e dovrebbe avere sistema operativo Android. La grande peculiarità, però, è nel fatto che, come si può intuire dalle immagini, è dotato di un doppio schermo.

Le informazioni relative al misterioso smartphone si fermano momentaneamente a queste immagini e ad una scadenza indicativa per l’inizio della produzione: maggio 2011. Il telefono dovrebbe far leva su connettività 4G e potrebbe dunque identificare un nuovo device di alta fascia che la Federazione Russa potrebbe usare come fiore all’occhiello da portare come esempio di innovazione per l’intero comparto tecnologico della nazione.

Le immagini sono limitate, ma sembrano comunque fornire qualche informazione: uno degli schermi potrebbe essere e-ink, consentendo così una facile lettura ed offrendo un sostanziale risparmio in termini di batteria. Il duplice schermo potrebbe inoltre consentire una maggior organizzazione dei contenuti ed un uso più razionale dei consumi attivando alternativamente soltanto la parte del device che si sta osservando.

Per Android un device simile potrebbe avere un significato importante soprattutto per ciò che rappresenterebbe un approdo forte sul mercato russo, estendendo così una quota di mercato che continua ad aumentare alle spese di tutti i diretti contendenti. Ulteriori letture del filmato sfocerebbero però soltanto nella speculazione: il device misterioso “double face” non arriverà se non tra un anno circa e solo allora si potrà capire se il prototipo russo sia un clamoroso bluff o una reale ambizione.

Notizie su: