QR code per la pagina originale

Testa nuovo iPod Touch: foto e video

,

Nonostante sia stato annunciato lo scorso 1 settembre, il nuovo iPod Touch ha subito dei fisiologici rallentamenti nelle consegne causa enorme richiesta da parte degli appassionati. oneApple è finalmente riuscita a testare il modello da 32 GB e, in questo post, vi riassumeremo le principali novità e, ovviamente, anche i più importanti difetti.

Dal punto di vista del design, il nuovo iPod Touch è leggermente più ridotto del suo predecessore e mantiene il retro a specchio, purtroppo troppo facilmente soggetto a graffi. Il tasto di accensione si trova in alto a destra, i comandi del volume sono stati separati e, accanto al connettore dock, ha fatto la sua apparizione un comodo altoparlante. Infine, è scomparsa la placca nera per la connessione WiFi: l’antenna è stata nascosta dietro al display.

Le dotazioni tecniche sono di tutto rispetto: schermo Retina Display da 326 dpi, processore A4 con 256 MB di memoria RAM, microfono, doppia fotocamera per le videochiamate FaceTime e la registrazione di video in HD. La fotocamera posta sul retro, però, non è la famosa 5 Mp di iPhone 4: la sua risoluzione massima è di 1280×720 per la registrazione video e 920×640 per le fotografie.

All’accensione, si rimane stupiti dal Retina Display: è davvero arduo individuare un solo pixel e la leggibilità dei testi è estremamente elevata. Inoltre, pur non essendo un pannello LCD a tecnologia IPS come nel caso di iPhone 4, permane un buon angolo di visualizzazione. Il sistema multitouch abbinato allo schermo sembra essere più sensibile rispetto al passato: il merito, forse, è del processore A4, in grado di elaborare più velocemente l’input da parte dell’utente.

La nuova risoluzione a 326 dpi offre il meglio durante la navigazione con Safari o la lettura di libri su iBook. I caratteri sono evidenti, definiti e, tranne in pochissimi casi, non sgranano anche a livelli di ingrandimento esagerati.

Questa versione di iPod Touch è la prima a vedere l’introduzione della videocamera. Quella frontale è esattamente identica a quella di iPhone 4, quella posta sul retro è, purtroppo, abbastanza carente. La registrazione dei video in 720p è accettabile, anche se l’obiettivo riscontra serie difficoltà ad adattarsi ai cambi di luce e alle zone d’ombra. L’inquadratura appare poi costantemente sovraesposta, forse per colpa della gestione automatica degli ISO a volte fallace. Il microfono, invece, presenta una buona sensibilità, fattore questo non irrilevante su prodotti di queste dimensioni. Attenzione, però, alla pesantezza dei formati: pochi secondi catturati su file possono arrivare a pesare anche 50 MB, di conseguenza si sconsiglia l’acquisto della versione da 8GB a tutti coloro che hanno intenzione di utilizzare intensivamente iPod Touch per il salvataggio di video.

Per la parte video il risultato sembrerebbe accettabile, così non è per la fotografia. Gli scatti sono davvero privi di dettagli, i colori spesso falsati e, fattore non indifferente, manca un sistema di messa a fuoco assistita. Per l’uso quotidiano, quale la condivisione on-the-go di immagini sui social network, risulta comunque un discreto compromesso per un dispositivo che non nasce come periferica di imaging.

La mediocrità fotografica è compensata da una potente capacità di elaborazione grafica: il nuovo processore A4 permette l’utilizzo dei giochi sviluppati sulla base delle nuove librerie openGL. Uno di questi, il gratuito Epic Citadel distribuito a scopo di test da Epic, garantisce un ambiente 3D immersivo altamente ricco di dettagli, una novità assolutamente gradita per un device da tasca. Anche per task così impegnativi, la RAM di iPod Touch dimostra di essere reattiva e sufficiente, nonostante sia esattamente la metà di quella di iPhone 4.

La qualità dell’audio è sicuramente migliorata, sia per l’ascolto in cuffia che per l’utilizzo della cassa integrata. L’altoparlante garantisce livelli di volume decisamente maggiori rispetto alla terza generazione del player, l’ascolto tramite auricolari pare essere incredibilmente più fedele. Altra nota dolente, però, le cuffie offerte in dotazione: si tratta del modello basico che, come molti di voi sapranno, non è in grado di supportare elevati standard d’ascolto.

Infine, menzione d’onore per la durata della batteria, non minimamente paragonabile a quella della terza generazione. Dopo tre ore di utilizzo intensivo, tra registrazione di video in HD, elementi multimediali a grafica elevata e sfruttamento massiccio delle reti WiFi, iPod Touch non ha deluso le aspettative, dimostrando solo un lievissimo calo di batteria rispetto alla piena ricarica.

Di seguito, vi presentiamo alcuni video dimostrativi e una galleria d’immagini. Il primo filmato presenta la navigazione in Safari e il borgo virtuale di Epic Citadel. La qualità non elevata della registrazione, però, non vi tragga in inganno sulle potenzialità del Retina Display. Il secondo, invece, dimostra alcuni spezzoni catturati direttamente con la fotocamera del dispositivo: si consiglia di scegliere l’opzione 720p e la visualizzazione a schermo intero.

Notizie su: