QR code per la pagina originale

Recensione LG Optimus GT (GT540)

,

Uno sguardo all’Optimus GT

Un design curato nei dettagli, elegante e stiloso, ciò è quanto appare aprendo la scatola dell’LG Optimus GT540, primo nato della LG Optimus G. Dalla stessa scatola spuntano poi: un cavetto USB, il connettore per la ricarica, la batteria, un manuale e gli auricolari.

Le dimensioni del device sono di 109 x 54.5 x 12.9 mm, con un peso di 116 grammi. Per quanto riguarda la connettività, troviamo la rete GSM Quad-Band, UMTS Dual-Band e GPRS/EDGE/HSDPA a 7.2Mbps, insomma, dal punto di vista del 3G ci troviamo davanti a un prodotto completo. Oltre alla connettività puramente mobile troviamo anche connettività WiFi, USB 2.0 e Bluetooth 2.1 e GPS.

Il display resistivo è da 3″, 320×480 pixel e 262.000 colori. La batteria è Li-ion 1500mAh, mentre la memoria interna è da 120MB, con possibilità di estenderla, attraverso MicroSD, fino a 16GB.

Per quanto riguarda la parte multimediale c’è da registrare la fotocamera a 3Mpixel, con zoom fino a 4x, la quale permette anche di creare video a 640×480 pixel con 15fps. Disponibile anche il lettore MP3 e la radio, i quali, in momenti di attesa, non guastano mai.

Nella parte frontale, oltre al display, sono presenti due tasti touch dedicati alla navigazione tra le funzioni del telefono, e tre tasti fisici dedicati al ritorno alla home e alla gestione delle chiamate.

Sulla parte sinistra dello smartphone troviamo due tasti per la gestione del volume (delle suonerie, della riproduzioni musicali e per la radio); sulla parte destra, invece, prendono posto due tasti per la gestione della fotocamera e la presa USB per il collegamento al PC o ad altre periferiche opzionali; sulla parte alta troviamo solo la presa per il jack da 3,5 e quindi per gli auricolari.

Esperienza d’uso

Lo smartphone che ci è stato fornito (nella colorazione silver, ma disponibile anche nero) è maneggevole e la forma permette di tenerlo tranquillamente in tasca senza nemmeno sentirlo. Non è presente il problema legato alla tastiera riscontrato nel GT350, quindi nessun fastidio e nessuna chiamata indesiderata in partenza.

La durata della batteria è ottima, la batteria stessa è di livello superiore rispetto a quelle usate su altri device, anche dalla stessa LG. L’installazione della SIM, così come la rimozione della batteria sono semplici e non richiedono particolari sforzi (problemi riscontrati su altri device).

Il sistema operativo è Android, nella versione che abbiamo provato noi la versione era la 1.6, ma da ottobre nello smartphone sarà presente la versione “Eclair” 2.1. Quindi grandi potenzialità, con disponibilità dell’Android Market e con migliaia di App gratuite pronte per il download.

La tastiera è ovviamente virtuale QWERTY, ed è quella offerta da Android, quindi regolabile anche in base al verso in cui si tiene il device.

La reazione alle gesture, sul display, essendo quest’ultimo resistivo, non è propriamente il massimo, ma ci si abitua velocemente e anzi, in alcuni casi è preferibile un display resistivo a uno capacitivo (pensate per esempio in inverno con i guanti, oppure alle donne che amano tenere le unghie lunghe), e comunque, anche per tutti gli altri utenti, basta un po’ di abitudine per superare qualsiasi problema.

Abbiamo provato il GPS solo con Google Maps e la precisione ci è sembrata più che sufficiente, quindi c’è da registrare sicuramente una buona antenna.

La memoria interna da 120 MB è più che sufficiente per tenere MP3 o per iniziare a installare le App più importanti, ovviamente è da espandere con una MicroSD, da acquistare separatamente, nel caso in cui si voglia sfruttare appieno l’Android Market.

Ottima la radio e il lettore MP3, in grado, entrambi, di restituire una buona qualità audio, ciò accompagnato anche da auricolari ottimi dal punto di vista audio, magari un po’ di meno per il design.

In definitiva si tratta di un ottimo smartphone, che offre le potenzialità di prodotti di fascia più alta (pensiamo per esempio all’Android Market) a un prezzo decisamente concorrenziale (solo 199?). Anzi, con questo device c’è da registrare come un telefono con sistema operativo non proprietario si sia spinto a un prezzo così basso, aprendo quindi una strada che probabilmente verrà seguita da altri competitor.

Notizie su: