QR code per la pagina originale

Nielsen, in arrivo l’Auditel della rete

L'azienda Nielsen ha presentato Online Campaign Ratings, un prodotto destinato a portare sullo stesso piano l'advertising televisivo e quello online

,

TV e Internet vanno considerati sullo stesso piano in termini di advertising? Sono ormai in molti a pensarlo, ed è per questo motivo che Nielsen ha presentato un nuovo servizio, pronto ad entrare in funzione nel 2011, per aiutare i pubblicitari a misurare l’audience degli annunci in TV, online ed eventualmente sulle piattaforme come Facebook e Yahoo. Il servizio si chiamerà Nielsen Online Campaign Ratings, ed è stato presentato durante l’Advertising Week.

Un vero e proprio servizio di Auditel per la rete, similmente a quanto accade per la televisione: il sistema, infatti, misurerà i dati di siti come Facebook per stabilire quante persone, catalogate per sesso, età e frequenza, visualizzano gli annunci online. Un sistema significativamente più avanzato per i media, che fornisce una precisione maggiore ed una più ampia copertura rispetto agli attuali sistemi utilizzati per le misurazioni online.

Come dichiarato da Steve Hasket, «Questo è un importante passo in avanti per Nielsen. Il nuovo sistema fornirà una migliore comprensione del marketing e darà alle imprese che lavorano nel settore dei media uno strumento necessario per dimostrare il loro valore al pubblico. […] Ora si avrà un modo più semplice per misurare la portata combinata di televisione, web e persino la pubblicità mobile. Nielsen intende unire le valutazione con metriche pubblicitarie multipiattaforma per fornire una visione completa».

Inizialmente il servizio sarà attivo esclusivamente negli Stati Uniti, sebbene Nielsen abbia intenzione di estenderlo per adeguarlo presto ai mercati di tutto il mondo. Il concetto che sta alla base di Nielsen Online Campaign Ratings è che il marketing si sviluppa oggi con integrazioni multicanale e si stanno sviluppando campagne pubblicitarie multipiattaforma, per cui oggi c’è bisogno di un sistema per misurare adeguatamente ogni singolo sviluppo per contenuti ed annunci. Secondo Mike Murphy «Pensiamo che le campagne creative sono più efficaci quando combinano il marketing televisivo e digitale».

Tramite un sistema che controlla un certo numero di pixel, ogni volta che un video viene visualizzato in un browser Nielsen sarà in grado di raccogliere informazioni senza però intaccare la privacy degli utenti, che rimarranno anonimi.

Con uno strumento di questo tipo, peraltro, la concorrenza tra tv e rete sarà più diretta poichè i dati diventano omologhi e confrontabili: il raffronto porta i due medium sullo stesso piano, qualcosa fino ad ora mai successo ed in grado pertanto di aprire a nuovi modi di intendere l’advertising (soprattutto se multicanale).

Notizie su: