QR code per la pagina originale

SMS gratis da iPhone, iPad e iPod Touch? HeyWire Text Worldwide sbanca App Store

,

Giochi 3D, ricette, guide TV e mappe interattive: cosa cerca davvero su App Store l’utente medio dei dispositivi iOS? La risposta è tutta racchiusa in una parola: “gratis“. Lo dimostra il recentissimo successo di una ambiziosa startup, che ha deciso di fornire agli utenti iPhone, iPad e iPod Touch la possibilità di mandare SMS gratis ovunque nel mondo. Dal lancio ufficiale su App Store pochissimi giorni fa, HeyWire Text Worldwide non vuole proprio scollarsi dalla prima posizione delle applicazioni più scaricate.

Sarà forse perché il servizio funziona davvero, a differenza di tanti altri software simili che in realtà si rivelano veri e propri specchietti per le allodole, sarà anche perché associa ad ogni utente un numero telefonico univoco, così da essere facilmente riconosciuti dai propri contatti, ma HeyWire Text Worldwide si prospetta come il principale incubo dei carrier di tutto il pianeta.

Incuriosito dal clamore suscitato da questa app, oneApple ha deciso di effettuare una prova. E i risultati sono più che soddisfacenti. Basta scaricare l’app, effettuare gli step di registrazione, memorizzare il nostro numero univoco, avere una connessione Internet attiva e, in meno di 10 minuti, siamo pronti per inviare quanti SMS vogliamo a tutti i nostri contatti. L’unica richiesta è quella di attivare le notifiche PUSH, altrimenti il processo di attivazione potrebbe non andare a buon fine.

Il sistema pare funzionare alla perfezione con tutti gli operatori nazionali, bisogna solo ricordarsi di inserire il +39 davanti al numero della persona che si vuole contattare. Di norma, gli SMS vengono ricevuti in pochi minuti dal loro effettivo avvio, anche se, in queste ore, vi potrebbero essere ritardi a causa del sovraffollamento dei server da parte dei curiosi. In teoria, è possibile ricevere messaggi di risposta sul numero univoco assegnato dal servizio, nella pratica ogni tentativo ha portato al fallimento. Poco male, perché è possibile specificare in firma la propria numerazione usuale, così da essere facilmente ricontattati.

Di fronte a questo paese delle meraviglie dei messaggeri incalliti, sembra lecito chiedersi dove sia l’inganno, considerando come il servizio al momento non sembra essere massicciamente supportato dalla pubblicità. Il sito di HeyWire, tuttavia, sembra essere decisamente trasparente, dato che lo stesso team di sviluppo risponde personalmente ad ogni singola richiesta degli utenti. Vi è inoltre una dettagliata policy sulla privacy dove, in estrema sintesi, viene spiegato che la società potrebbe usare le nostre informazioni per fornire advertising mirato da parte di investitori di terze parti. Nulla di nuovo o di eclatante, perciò, su questo versante: si tratta di un vincolo su cui si fondano tutti i servizi del Web2.0, inclusi i blasonati Twitter e Facebook.

HeyWire non si vuole tuttavia fermare soltanto a iOS: a breve verranno rilasciare le versioni per Mac, Windows, Android, Blackberry e Google TV. Sempre che i carrier internazionali non decidano di far cartello e bloccarne lo sviluppo. Vi consigliamo, perciò, di scaricare subito l’app e approfittarne finché i vari Tim, 3 Italia, Vodafone e Wind non decideranno di rispondere a tono a questo duro affronto.

Notizie su: