QR code per la pagina originale

Ballmer: vedrete lo Slate prima di Natale

Ballmer spiazza tutti e preannuncia una serie di Slate Windows-based entro Natale. Maggiori dettagli giungeranno durante l'evento per il lancio di WP7

,

Microsoft aveva annunciato a suo tempo che avrebbe portato il proprio tablet sul mercato appena fosse stato pronto. Poi il silenzio. Tutto lasciava supporre tempi lunghi e sviluppo in corso, con tempistica in grado di portare a scadenze non meglio precisate entro il 2011. Ma ora poche parole sembrano tagliare i tempi e delineare con una certa sorpresa che già entro fine anno Microsoft presenterà il proprio tablet (a suo tempo battezzato “Slate”).

L’11 ottobre sarà il giorno di Windows Phone 7 e sicuramente il gruppo non intende togliere la minima eco all’evento internazionale organizzato per il lancio del nuovo sistema operativo mobile. Ciò nonostante proprio la presentazione di WP7 potrebbe essere anche l’occasione per i primi dettagli sul tablet che, assicura Steve Ballmer, «vedrete entro Natale». Ballmer, addirittura, si esprime al plurale: più tablet in arrivo, insomma, con cuore Windows a supportarne le funzionalità.

Le parole di Ballmer, registrate in occasione di uno speech alla London School of Economics, non aggiungono altro: «abbiamo lavorato per fare del tablet tanto un device per la produttività quanto un device consumer», qualcosa comunque in grado di posizionarsi nella fascia di mercato dell’iPad andando ad infastidire un mercato che Apple e Google auspicano ricco di soddisfazioni.

I precedenti non recitano però a favore di Ballmer. Prima venne il Courier, affascinante concept mai trasformato in realtà; poi venne il primo Slate, prodotto teoricamente da HP ma in seguito affossato dall’acquisizione di Palm e dai rinvii del progetto. Ora Ballmer rompe gli indugi e sorprende tutti: entro fine anno i primi “slate” saranno presentati e tutto lascia supporre ad una distribuzione entro i primi mesi del 2011 (a tal proposito non v’è però alcuna indicazione, anche se è prevedibile qualche velato cenno in occasione dell’evento del prossimo lunedì).

Microsoft dovrebbe mettere in piedi un ecosistema del tutto simile a quello organizzato attorno a Windows Phone 7: più produttori hardware attorno al medesimo prodotto software ed al medesimo marketplace per applicazioni. A tal proposito Ballmer ha anche precisato che Windows 7 verrà prossimamente modificato per migliorare il suo rapporto con gli schermi touchscreen, ma al momento non si prevedono versioni ad hoc per dispositivi mobile: si potrebbe prevedere qualcosa di simile soltanto in occasione del rilascio di Windows 8, quando il sistema operativo sarà rimodulato sulla base delle esigenze emergenti, ma in ogni caso trattasi di nulla di imminente.

Photo credit: Rain Rannu

Notizie su: