QR code per la pagina originale

Google Goggles: il riconoscimento delle immagini sbarca su iPhone

,

Ora che le tensioni tra Apple e Google sembrano lenite e le approvazioni su App Store meno stringenti, il riconoscimento delle immagini integrato in Google Goggles sbarca finalmente su iPhone, e consente di conoscere il mondo che ci circonda semplicemente con lo scatto di una fotografia.

Immaginate di essere in giro e di ammirare un monumento o un palazzo di cui vorreste saperne di più; oppure, immaginate di essere al ristorante, e di voler conoscere meglio il produttore di una determinata bottiglia di vino, o di avere bisogno della traduzione al volo di un testo, o di voler risalire al creatore di un logo. Potreste chiedere a qualcuno, o in alternativa sfoderare il vostro iPhone, scattare una foto e attendere il risultato, che attinge contemporaneamente da Wikipedia, Google Book Search, Google Maps e sostanzialmente tutte le altre risorse del Web.

Non è tuttavia un’applicazione a sé stante: Google Goggles è stata piuttosto integrata all’interno di Google Mobile, il coltellino svizzero tuttofare di Mountain View che permette di accedere ai servizi Google e impostare ricerche sul Web con input diversi, come testo, immagini e persino voce.

Purtroppo, se l’algoritmo di riconoscimento di Google funziona molto bene con etichette, libri e codici a barre, lo stesso non si può dire di animali, persone o cibi. Resta comunque un esperimento interessante che tornerà utile a parecchi utenti. Gratuita e liberamente scaricabile seguendo questo collegamento ad App Store, la versione aggiornata di Google Mobile è tuttavia supportata solo da iPhone 3GS e iPhone 4 -l’iPod touch è stato epurato poche ore dopo il rilascio- poiché necessita di una fotocamera con autofocus. Buone ricerche a tutti.

Notizie su: