QR code per la pagina originale

AMD pronta al lancio della serie Radeon HD 6000

xfx-radeon-hd-6870.jpg

,

AMD aveva dichiarato di voler presentare una seconda generazione di GPU DirectX 11 entro la fine dell’anno e questa promessa verrà mantenuta la prossima settimana con la serie Radeon HD 6000.

Non si tratterà di una nuova architettura ma solo di un miglioramento di quella alla base delle attuali Radeon HD 5000 con maggiori prestazioni a parità di consumi.

Attualmente sono noti solo i nomi in codice delle tre GPU (Barts, Cayman e Antilles), che corrispondono alle schede Radeon HD 5700 (Juniper), HD 5800 (Cypress) e HD 5900 (Hemlock). Solo la prima continuerà ad essere venduta per contrastare la NVIDIA GTS 450.

I primi modelli ad arrivare sul mercato saranno le Radeon HD 6850 e HD 6870 basate rispettivamente sulle GPU Barts Pro e Barts XT. Entrambe hanno una dotazione di memoria GDDR5 pari a 1 GB con bus ampio 256 bit, ma sono differenti il numero degli stream processor (SP) e le frequenze di lavoro. La Radeon HD 6870 integra 960 SP con frequenze di 4200 MHz per la memoria e 900 MHz per la GPU, mentre la Radeon HD 6850 integra 800 SP con frequenze di 4000 MHz per la memoria e 775 MHz per la GPU.

Cresce anche il numero di uscite video che ora sono 5 in totale: 2 mini DisplayPort 2.1, una HDMI 1.4 e 2 DVI-I. Le nuove schede saranno in grado di pilotare fino a 6 monitor contemporaneamente in configurazione Eyefinity. Infine, la terza versione del chip UVD permetterà di decodificare anche il Blu-ray 3D.

Per quanto riguarda i prezzi previsti, le GPU Barts saranno posizionate nella fascia 180-259 euro, le GPU Cayman tra 260 e 399 euro, mentre la dual GPU Antilles avrà un prezzo superiore ai 400 euro.

Notizie su: