QR code per la pagina originale

MacBook Air, aspettando il Back to the Mac

Ulteriori voci giungono sulle novità in arrivo dal Back to the Mac: ancora una volta MacBook Air è al centro dell'attenzione

,

È sempre la stessa storia: ogni qual volta Apple annuncia un evento, inizia a mettersi in moto un circolo di news, rumors e tentativi di fornire anteprime su quanto verrà presentato che non ha eguali. Il Back to the Mac di domani tiene sulle spine tutti gli appassionati del settore, che nel frattempo possono gustare le numerose voci messe in giro negli ultimi giorni relative al MacBook Air. E proprio dal versante del portatile ultra-sottile giungono ulteriori sviluppi.

Oltre al tanto vociferato modello da 11,6 pollici, sembra che la società di Cupertino voglia dare una rinfrescata anche all’edizione da 13: diversi i cambiamenti che si vocifera verranno apportati, i quali permetteranno al modello più snello di portatili Apple di offrire migliori prestazioni. L’esclusiva proviene da Cult of Mac, che più volte evidenzia come le proprie fonti siano più che affidabili.

La prima novità in arrivo riguarda la batteria, migliorata di circa il 50% e che garantirà una durata nominale di 8-10 ore, rispetto alle 5 attuali. Un buon passo in avanti, che permette al MacBook Air di allinearsi agli altri prodotti della linea notebook di Cupertino. Come l’attuale versione, la RAM sarà di 2 GB, che però da ora in poi potrebbe essere espandibile, tramite l’installazione di nuovi banchi di memoria.

Anche il design subirà alcuni ritocchi, risultando più sottile e permettendo dunque un minor peso: il tutto con un chiaro vantaggio in termini di comodità di trasporto in ogni condizione. In ambito connettività, le porte USB saranno due, una su ogni lato, contro l’unica disponibile attualmente. Presenti ancora i tradizionali ingressi MagSafe per l’alimentazione e Mini DisplayPort per collegare il computer ad uno schermo esterno.

Per distinguersi rispetto al suo predecessore, inoltre, il nuovo MacBook Air offrirà prestazioni ancora migliori in fase di avvio del sistema operativo. Ciò sarà possibile anche grazie all’adozione di una scheda SD come periferica per lo storage dei dati, dettaglio già snocciolato dai rumors delle settimane scorse.

Dando uno sguardo sotto al cofano, gli utenti potrebbero trovare un’ulteriore carrellata di novità: si parte dalla scheda video, una NVIDIA GeForce 320M, e si arriva al processore, che sulla scia degli altri modelli di notebook sarà disponibile in due edizioni, in questo caso da 2,1 e 2,4 GHz.

I rumors non possono che coinvolgere anche i prezzi del nuovo MacBook Air: Cult of Mac prevede un listino che parte dai 1100$ per il modello da 11″, e culmina con i 1400$ di quello da 13″. Tali cifre, se confermate, saranno chiaramente soggette a modifiche in funzione dei cambiamenti apportati al comparto hardware del notebook.

Photo credit: Dan Taylor

Notizie su: