QR code per la pagina originale

Nicaragua e Costa Rica, scontro su Google Maps

Google Maps ha erroneamente tracciato il confine tra Nicaragua e Costa Rica e l'esercito nicaraguense ne ha approfittato per invadere l'altra porzione di territorio

,

Un errore nei confini tracciati da Google Maps tra il Nicaragua e la Costa Rica ha scatenato un conflitto territoriale. Le mappe del servizio segnano in modo errato la frontiera tra i due stati e, sulla base di tale indicazione, il Nicaragua ne avrebbe approfittato per invadere indebitamente il territorio costaricano. Tra errore e dolo, l’incidente diplomatico è servito.

Nello specifico, il conflitto nasce per via del fiume San Juan, appartenente per un lato alla Costa Rica. Secondo quanto spiegato dalle autorità locali, truppe dell’esercito del Nicaragua si sarebbero stabilite oltre il fiume e avrebbero occupato il territorio issando la propria bandiera. I soldati avrebbero tra l’altro bonificato il fiume e scaricato rifiuti in territorio costaricano.

Sul fronte nicaraguense, il “Comandante Zero” Eden Pastora ha giustificato l’incursione incolpando Google Maps: «Guardate la foto satellitare su Google e vedete il confine. Negli ultimi 3.000 metri, entrambi i lati appartengono al Nicaragua». Carlos Roverssi, vicecancelliere della Costa Rica, ha riconosciuto l’errore nel servizio di mappatura e ha chiesto alla società di Mountain View di rettificare le mappe. Si stanno registrando però momenti di tensione tra i due popoli sul fronte diplomatico: nonostante la giustificazione di Pastora, «Per il governo della Costa Rica, azioni di tal genere sono assolutamente indifendibili in quanto costituiscono un’inaccettabile violazione della sovranità e dell’integrità del territorio», ha affermato il Ministro degli Esteri Rene Castro in una lettera indirizzata alla controparte. Laura Chinchilla, il Presidente costaricano, vuole cercare comunque una via diplomatica per risolvere la situazione, visto che il suo Paese non ha un esercito dal 1983.

Google ha precisato che provvederà al più presto a verificare i relativi dati, ma già c’è chi suggerisce alla rivale Microsoft di approfittare di questo errore per promuovere Bing visto che la mappatura di quel territorio da parte delle mappe di Bing Maps è ritenuta invece corretta ed accurata.

Notizie su: