QR code per la pagina originale

Metti un Kinect su Windows 7

Un contest, i primi video ed una community che si mobilita: un Kinect aperto potrebbe avere enorme utilità in molti ambiti oltre al semplice gaming

,

Microsoft Kinect è sotto i riflettori da ormai molto tempo ed ora, a distanza di poche ore dall’esordio italiano della periferica per Xbox 360, giungono anche immagini relative ad un utilizzo del tutto differente ed originale del device:

In queste immagini Kinect è collegato ad un monitor e ad un PC con Windows 7. Il significato è chiaro: Kinect può diventare anche qualcosa di più rispetto a quel che promette di essere sulla console di Redmond, consentendo la fruizione delle medesime funzionalità anche su di un normale desktop.

Nei giorni scorsi era stato lanciato addirittura un contest per valutare chi fosse il primo in grado di “aprire” il software Kinect per sfruttarlo anche al di fuori del contesto per cui è stato ideato. Il cosiddetto “Open Kinect Challenge” offriva 1000 dollari al vincitore (colui il quale, per primo, sarebbe stato in grado di sviluppare un driver open source in grado di favorire l’uso di Kinect in modo dissociato dalla Xbox 360) ed i risultati sono stati estremamente rapidi. Tanto il filmato precedente quanto quelli successivi provengono da “AlexP“, colui il quale ha portato sul NUI Group Community Forum la dimostrazione del fatto che Kinect è fin da subito fruibile in contesti che lo stesso autore dei filmati estende a robotica, educazione, videosorveglianza, tracciamento di oggetti o persone, scanning tridimensionale ed altro ancora.

Nel primo filmato, l’hack proposto è in grado di muovere il motore interno di Kinect ed analizzare al contempo i dati relativi all’orientamento del device. Nel secondo filmato, invece, vengono portate sullo schermo le due differenti visuali consentite dal device tramite i sensori allocati nella parte frontale.

Un terzo filmato prosegue dimostrando anche il sensore 3D in azione sul corpo umano:

Sulla scia dei risultati ottenuti in così poco tempo, il fondo per il “CL Kinect Project” è fissato in 10000 dollari, 3000 dei quali già garantiti dal team Adafruit: l’obiettivo è quello di fare con Kinect quel che in passato è stato ottenuto con il “PS3 Eye Devices”, aprendone definitivamente l’uso per trasformare la periferica in qualcosa di ben più trasversale. Il tutto, ovviamente, con risultati multipiattaforma.

Microsoft non sembra particolarmente lieta della novità: Kinect è stato progettato per la Xbox 360 ed il gruppo intende presumibilmente salvaguardarne l’uso per quanto possibile. Eventuali protezioni sembrano però essere state abbattute con estrema rapidità ed oltre alle frasi di circostanza a parlare ci sono ora chiari video che mostrano quanto Kinect possa esprimere il proprio valore anche al di fuori del solo ecosistema Xbox 360. Per gli sviluppatori, del resto, non è questa una novità: il Motion Tracking è una promessa già sentita che Kinect potrebbe in qualche modo trasformare in un antipasto di realtà.

Notizie su: