QR code per la pagina originale

Bing firma l’accordo con OpenStreetMaps

Accordo tra Microsoft e OpenStreetMaps, con Steve Coast che passa a Redmond. In cambio viene offerto un database di mappe

,

Novità in arrivo per Bing Maps, il servizio offerto da Microsoft che permette di navigare l’intero globo in un click di mouse. Giunge direttamente da Redmond la notizia di un’apertura verso OpenStreetMap, progetto nato per realizzare una vera e propria comunità per la realizzazione di una cartografia dettagliata e di buona qualità del nostro pianeta.

Gli utenti che hanno preso parte finora all’iniziativa sono oltre 320.000, a prova della bontà del progetto con il quale ora Microsoft ha deciso di stringere accordi. L’intesa tra le due parti permetterà ad OpenStreetMap di usufruire di Bing Aerial Imagery, il vasto repertorio di scatti fotografici realizzati dal team del gruppo di Redmond con vista dall’alto delle zone coperte. In questo modo OSM potrà avere accesso ad un database di mappe di eccellente fattura, in maniera del tutto gratuita, arricchendo il proprio catalogo e migliorando i dati e le informazioni già presenti in archivio.

In cambio, il progetto cede uno dei suoi fautori, Steve Coast, colui dal quale è nata l’idea. Coast ricoprirà il ruolo di Principal Architect per il comparto mobile di Bing, occupandosi di migliorare la realizzazione delle mappe da fornire ai clienti ed ai partner della società. Il lavoro del nuovo membro dello staff di Microsoft sarà fortemente legato ad OpenStreetMap, così come ad altri progetti del mondo open source. Possibile che lo scambio di dati avvenga anche in senso contrario, da OpenStreetMaps verso Bing, per sfruttare al meglio le conoscenze e i dati raccolti nel tempo dall’iniziativa.

Entusiasta dell’accordo, Coast ha espresso la propria gioia sul suo blog ufficiale: «sono super eccitato di annunciarvi che ho accettato il ruolo di Principal Architect per Bing Mobile e ora mi sposterò a Seattle per iniziare a lavorare al progetto». La nuova collaborazione potrà certamente giovare a Microsoft, che avrà dalla sua l’ideatore di una delle iniziative più interessanti nel campo delle mappe online. Resta da vedere come OpenStreetMaps sarà in grado di sfruttare i dati messi a disposizione da Redmond, ed in quale modalità questi ultimi verranno forniti.

Fonte: Microsoft • Notizie su: