QR code per la pagina originale

“Perché tu mi piaci”: lo spot che non è uno spot

Tre ragazzi e un'idea semplice ma originale, per un uno spot pubblicitario capace di ottenere successo sul Web ancor prima di sbarcare in TV

,

Uno spot pubblicitario senza committenti. È questa l’idea balzata in testa a Davide Mardegan, Clemente De Muro e Niccolò Dal Corso, prossimi fondatori dell’agenzia Cric, che alla ricerca dei primi clienti hanno pensato di utilizzare il Web come vetrina per mettere in risalto le proprie capacità. Dopo 48 ore di lavoro, i tre hanno diffuso in Rete il loro primo video, “Perché tu mi piaci”, ottenendo un successo che va ben oltre le più rosee aspettative.

Un milione e mezzo di visualizzazioni riporta il Corriere, per una clip di 72 secondi che racconta la storia di un amore lungo tutta la vita. In realtà, stimare con precisione il numero dei click ottenuti non è possibile, in quanto a una prima pubblicazione su Vimeo ne sono seguite molte altre da parte dei navigatori.

Il piccolo Giovannino prende coraggio e scrive una lettera alla coetanea Poldina per dichiararle il suo affetto, con intenzioni ben chiare e sintassi alquanto traballante: “Mi piaci da che ti ho visto, non da prima che ti conoscevo. Poi ci sposiamo, no oggi che ho nuoto”. Lui mantiene la promessa e decenni dopo la lettera è ancora sul loro comodino, accanto al letto in cui Poldina riposa nella malattia.

Gli addetti ai lavori interpellati nei giorni scorsi avevano stroncato “Perché tu mi piaci”, spiegando come la gente desideri situazioni allegre, ottimiste, che spingano agli acquisti in vista dello shopping natalizio, non due persone anziane avviarsi al termine della loro vita. I navigatori (e consumatori), che rappresentano poi il target ultimo degli investimenti pubblicitari, hanno dimostrato di pensarla diversamente.

Mardegan e i suoi collaboratori, intanto, dichiarano di aver già avviato trattative con diverse importanti aziende di tutta Italia per la cessione dello spot, così come per l’eventuale realizzazione di nuove pubblicità. Potenza del marketing virale.