QR code per la pagina originale

Alle spalle di Groupon spunta LivingSocial

LivingSocial cresce all'ombra di Groupon ed inizia a calamitare attenzioni crescenti: Amazon potrebbe accordare un investimento immediato

,

A volte essere il numero due non è uno svantaggio: parola di LivingSocial. Il servizio sta crescendo infatti all’ombra di Groupon, leader del settore, ma potrebbe presto trovare un posto al sole grazie all’importante avventura che Groupon potrebbe andare ad iniziare abbracciando la multimiliardaria offerta di acquisto proveniente da Mountain View.

LivingSocial è oggi attivo soltanto sul continente americano, nel Regno Unito ed in Irlanda e la sua crescita è attualmente limitata dall’invadente presenza di Groupon. Quest’ultimo gruppo sta però vagliando in queste ore se accettare o meno l’offerta da 5,3+0,7 miliardi di dollari proveniente da Google e, se la stretta di mano dovesse avvenire, il quadro della situazione cambierebbe: la fusione nel nuovo gruppo e le normali attese per l’approvazione dell’antitrust imporrebbero a Groupon un necessario rallentamento delle attività e LivingSocial potrebbe approfittarne per candidarsi ad un autonomo percorso di concorrenza.

Amazon lo sa e sta mettendo le mani avanti: il gruppo di Bezos sarebbe pronto ad investire in LivingSocial cercando di arrivare in anticipo rispetto alle possibili occasioni che arriveranno. L’attenzione su Groupon potrebbe infatti rendere interessante anche l’ipotesi IPO ed in ogni caso davanti a LivingSocial la strada sarebbe spianata per una crescita importante.

Oggi il servizio conta 10 milioni di iscritti per 1 milione di dollari di “coupon” contratti ogni singolo giorno. Amazon ha dimostrato attenzione al comparto già con l’acquisizione di Woot (110 milioni di dollari per un sito che vende un solo prodotto al giorno), ma ora LivingSocial potrebbe nuovamente stuzzicare il gruppo per calamitare nuovi asset attorno ad Amazon e sfidare così da vicino Google e le sue ambizioni nel settore.

Tra Amazon e Google il faccia a faccia è sempre più vasto: inizia sugli e-book e finisce sull’e-commerce, ponendo le parti sempre più su posizioni opposte. La guerra tra le parti si sposta ora su Groupon e LivingSocial, il che non fa altro che ricoprire d’oro due realtà ai primi vagiti e già pronte a monetizzare tutto il proprio potenziale.

Fonte: Mashable • Notizie su: