QR code per la pagina originale

LinkedIn lancia il suo pulsante di condivisione

Anche LinedIn tenta di proporre un proprio pulsante di condivisione per attrarre nuova utenza. Ma difficilmente sfonderà

,

L’articolo che state leggendo potrete condividerlo facilmente tramite il vostro account su LinkedIn. Ed è proprio questa la notizia: da ieri LinkedIn consente quello che già consentono i maggiori social network sulla piazza, cioè quello della condivisione tramite un semplice elemento grafico presente sulle pagine nelle quali il servizio è stato previsto. Questa la grafica prevista:

Il pulsante di condivisione prenderà o meno piede? Difficile a dirsi perché difficile è la natura del network a cui fa riferimento. «LinkedIn è il posto dove i professionisti impegnati e attivi fanno affidamento sulla loro rete per essere sempre informati e prendere delle decisioni». L’invito agli sviluppatori è pertanto una mossa logica per accelerare il passaparola, ma difficilmente trovare reale esposizione su numeri di massa.

«Disponi del pulsante di condivisione e consenti ai professionisti di condividere i tuoi contenuti con la loro rete»: se il pulsante potrebbe non incontrare particolari favori in ambienti generalisti, potrebbe però invece raccogliere qualche apprezzamento in nicchie specializzate ed in ambienti professionali: l’anima di LinkedIn, sebbene mai totalmente esplicitata poiché di difficile definizione, trova terreno fecondo ove ad emergere è la propria identità professionale e dove l’utente cura le proprie collaborazioni o il proprio curriculum giorno per giorno. Per coloro i quali operano sulla community, quindi, il pulsante di condivisione potrebbe diventare un elemento utile.

Difficilmente, insomma, la condivisione su LinkedIn riuscirà a trovare comodo spazio vicino ai medesimi elementi già proposti anzitempo da Digg, Facebook, Twitter e simili. Chi vuol comunque sperimentarne l’uso almeno per una volta può condividere questo articolo con un semplice click sul pulsante sottostante:

Fonte: TechCrunch • Notizie su: