QR code per la pagina originale

Kinect e il mantello dell’invisibilità

Kinect continua a solleticare la fantasia di coloro i quali ne applicano gli effetti con codice proprio fino a diventare... invisibili

,

Si, con Kinect è anche possibile diventare invisibili. Una magia di grande effetto scenico, ma anche una ulteriore dimostrazione di quanto il nuovo device Microsoft possa significare anche al di fuori del suo contesto originario.

Il filmato è stato segnalato da Webnews ed è disponibile su YouTube:

Takayuki Fukatsu, questo il nome dello sviluppatore, ha infatti presentato un articolo in cui afferma di aver creato l’applicazione in C++ e, senza fornire ulteriori dettagli, ha dimostrato come sia possibile creare creare l’effetto

Microsoft aveva inizialmente stigmatizzato i vari tentativi di hack sulla periferica per la Xbox 360, ma alla fin fine sembra aver ceduto sotto i colpi della creatività dell’utenza: interfacce grafiche simili-Minority Report, giochi modificati, trucchi per usare Windows 7 a distanza ed ora anche un tool per la gestione delle immagini hanno convinto il gruppo ad un regime di maggior tolleranza.

Del resto ormai è chiaro come Kinect sia soltanto un passo in una direzione nella quale Microsoft potrebbe avere molto ancora da dire. Il device sembra essersi presentato sul mercato con quel tocco di magia che a Redmond mancava ormai da troppo tempo: un’interfaccia nuova, un’interazione stuzzicante, un gingillo tecnologico da 150 euro sul quale applicare codice e fantasia alla ricerca di nuove idee da portare online per partecipare all’hack collettivo scatenatosi fin dai primi giorni sul mercato.

Kinect ha già venduto oltre 2,5 milioni di pezzi ad un ritmo medio di 100 mila nuove unità ogni singolo giorno. Le buone recensioni della periferica nella sua applicazione videoludica e le continue suggestioni provenienti dalle applicazioni per pc suggeriscono per Microsoft un Natale di grandi soddisfazioni, superando probabilmente gli auspici del gruppo stesso relativi ad una distribuzione verso quota 5 milioni di pezzi entro fine anno.

Fonte: oneWindows • Notizie su: