QR code per la pagina originale

Amazon Route 53: DNS fai-da-te

Amazon lancia un servizio di gestione dei DNS denominato "Route 53" e disponibile secondo una politica dei prezzi incentrata sulla scalabilità

,

Soltanto pochi giorni dopo essere stata nell’occhio del ciclone per aver sottratto a Wikileaks il supporto dei propri server, Amazon torna a parlare del proprio Amazon Web Service annunciando un servizio DNS che va ad accompagnare le precedenti offerte cloud del gruppo. Il tutto sotto il nome di Route 53.

Grazie al servizio DNS, Amazon offre ai propri clienti il controllo della complessità degli strumenti utili a portare online un sito web. Amazon promette piena affidabilità e mette il tutto a disposizione di servizi ed aziende che intendono sfruttare Amazon Route 53 (in beta release) per la gestione dei propri indirizzi IP. Va ricordato, infatti, come il Domain Name System operi come una sorta di agenda distribuita sulla quale sono annotate le corrispondenze univoche tra domini ed indirizzi IP, determinando così la possibilità di digitare un indirizzo sul browser e vederlo tradotto nel corretto indirizzo del server relativo. Il primo importante vantaggio di Amazon Route 53 è nella rapidità di propagazione dei DNS, qualcosa di sicuramente importante nel momento in cui un nuovo dominio viene attivato ed un nuovo servizio deve prendere piede.

«Route 53 è stato progettato per essere veloce, facile da usare e con costi basati sull’effettivo uso»: alle promesse Amazon si aggiungono inoltre indicazioni di bassa latenza, alte performance e la possibilità di integrare il tutto con una offerta Amazon Web Service. Così come per AWS, Amazon prevede prezzi basati sul tipo di uso che si va ad effettuare: il calcolo va effettuato ad esempio sulla base di 50 centesimi di dollaro per milione di query (per il primo miliardo di unità ogni mese), con un computo preventivo che può essere effettuato tramite apposito tool in grado di stimare quello che potrebbe essere il costo finale del servizio. Grazie alla scalabilità dell’offerta “pay-as-you-go” (senza quantitativi minimi d’acquisto) l’utente ha a disposizione un servizio con costi crescenti a mano a mano che la propria attività prende piede, rendendo così più efficace l’investimento rispetto ad altri servizi dal costo marginale iniziale maggiore.

Una serie di FAQ è a disposizione per gli utenti che intendano approfondire i dettagli del servizio per valutare l’opportunità di abbracciare o meno l’offerta Amazon per la propria azienda.

Fonte: All Things Distribuited • Immagine: SPUI • Notizie su: