QR code per la pagina originale

Google aggiorna il Marketplace di Android

,

C’è aria di novità in casa Android, con una nuova versione del Marketplace pronta a fare il proprio debutto. Il tentativo di Google è chiaramente quello di rendere lo store di applicazioni per Android sempre più appetibile per utenti e sviluppatori, e ritocca numerosi aspetti.

La versione 2.2.6 del Marketplace si presenta così tirata a lucido, grazie a quello che può essere considerato il più grande aggiornamento dalla nascita dello store. Una nuova interfaccia grafica permette agli utenti di navigare tra i vari scaffali del negozio virtuale targato Mountain View in maniera semplice e veloce, avendo a disposizione tutto quanto necessario per effettuare le proprie scelte.

Aprendo l’applicazione per il Marketplace ci si trova subito di fronte alla prima novità: la schermata principale dello store presenta infatti un elenco dei software consigliati, selezionati sulla base delle preferenze degli altri utenti. Cliccando (o meglio, toccando) ogni applicazione presente nello store si possono ora ricevere tutte le informazioni su di un’unica pagina piuttosto che sulle tre schede presenti in precedenza, e questo migliora sensibilmente l’usabilità del Marketplace.

Un’importante novità per gli sviluppatori riguarda la dimensione dei file di installazione delle applicazioni, che passano da 25 a 50 MB. Per fornire agli utenti software di dimensioni maggiori, fino ad ora è stata adottata una strada alternativa, l’inserimento sul Marketplace di file al massimo di 25 MB, lasciando poi il download della restante porzione del pacchetto di installazione all’utente, tramite un mirror fornito dallo sviluppatore.

Ma non è tutto oro ciò che luccica e accanto a questi miglioramenti Google ha apportato un ulteriore cambiamento, a quanto pare non gradito dagli utenti: il tempo limite previsto per richiedere il rimborso dopo aver acquistato un’applicazione, passa da 24 ore a soli 15 minuti. In precedenza era possibile acquistare un’app e testarla per un giorno intero, per verificarne l’effettiva utilità e la funzionalità, mentre adesso è possibile farlo al massimo per un quarto d’ora. In questo modo Google intende evidentemente scoraggiare la semplice prova degli applicativi, ma è probabile che possa ritornare sui suoi passi dal momento che questa decisione non è stata da molti ben vista.

La nuova versione del Marketplace farà il suo debutto nelle prossime settimane e sarà disponibile per tutti gli utenti Android a partire dalla versione 1.6 del sistema operativo di Mountain View.

Notizie su: