QR code per la pagina originale

Apple rimuove Wikileaks dall’App Store

A poche ore dalla pubblicazione su App Store della Wikileaks App, Apple ha deciso di rimuoverla senza fornire una spiegazione

,

Solamente un paio di giorni fa era sbarcata su App Store un’applicazione che permetteva su iPhone, iPod Touch e iPad di visualizzare i contenuti del chiacchieratissimo sito Wikileaks. L’app è però già stata rimossa, nel giro di poche ore, dal team di Cupertino.

La vera ragione dietro tale mossa da parte di Apple non è ancora nota, ma secondo le prime indiscrezioni trapelate sul web, Apple potrebbe aver rimosso il software semplicemente perché offerto al prezzo di 1,99 dollari, quando su Internet le “notizie scomode” di Julian Assange sono disponibili gratuitamente. Igor Barinov, responsabile della creazione dell’app di Wikileaks, ha confermato la rimozione del prodotto sull’App Store, ma nemmeno lui è a conoscenza del motivo per il quale Apple ha deciso di toglierla dal suo store.

Nel giro di pochissime ore, Wikileaks App era stato uno dei software più cliccati sull’App Store: le ultime novità dal portale di Assange, le quali hanno generato un enorme interesse a livello mondiale vista l’importanza dei contenuti pubblicati, avevano raggiunto infatti la prima posizione in alcune categorie di software all’interno dello store di Cupertino, ricevendo tra l’altro un buon numero di recensioni positive su vari portali su Internet.

Lo sviluppatore aveva poi precisato che per ogni copia dell’app acquistata, sarebbe stato devoluto un dollaro a favore delle varie associazioni che sostengono il concetto di democrazia online, allo scopo di aiutare Wikileaks nel suo progetto mondiale. Ma anche in questo caso la strada che porta a Wikileaks è stata chiusa.

Fonte: Gizmodo • Notizie su: